Ad Menu

domenica 19 ottobre 2014

“Sono innocente”: le anticipazioni su “Quante volte” e “Marta piange ancora”

Il conto alla rovescia è ormai entrato nel vivo. Venerdì prossimo ascolteremo “Come vorrei”, il singolo che anticipa “Sono innocente”, il nuovo disco di Vasco, in uscita il prossimo 4 novembre. Qualche giorno fa avevamo pubblicato la tracklist del disco, che conterrà anche quella che a più riprese Vasco ha definito la quarta canzone della sua vita. Niente uscita postuma dunque, ma solo un cambio di titolo. Non si chiamerà “Se ti potessi dire”, ma “Quante volte”.

Della canzone “magicamente” su internet è comparso anche il testo. Si piangerà tanto mi sa! Eccolo, certo manca la conferma ufficiale, ma all’incirca sarà questo: “Se ti potessi dire / Quante volte ho voluto morire / Quante volte camminando sul filo / Sono stato, sono arrivato vicino / All’inferno della mente / Quell’inferno che esiste veramente / Se ti potessi dire / Quante volte ho pianto per capire / Quante volte sono stato sul punto di lasciarmi andare / All’inferno della mente / Quell’inferno che esiste veramente (che esiste veramente) / Se potessi raccontarti per davvero / Le abitudini di cui non vado fiero / Le malinconie le nostalgie perfino dei rimpianti / Per le cose che se avessi adesso ancora qui davanti / Le rifarei esattamente così / Stessi errori stesse passioni / E le stesse delusioni / Sì sì / Se ti potessi dire / Quante volte ho voluto rischiare / Da una parte l’equilibrio mentale / E dall’altra volare / Nell’inferno della mente / Quell’inferno che esiste veramente (esiste veramente) / Se potessi raccontarti per davvero / Le abitudini di cui non vado fiero / Le malinconie le nostalgie perfino dei rimpianti / Per le cose che se avessi adesso ancora qui davanti / Le rifarei esattamente così / Stessi errori stesse passioni / E le stesse, stesse, stesse delusioni / Vivere per amare / Vivere per sognare / Vivere per rischiare / E vivere per diventare / Vivere per adesso / Vivere lo stesso / Vivere per errore / Vivere con passione / Vivere solamente / Vivere continuamente / Vivere senza ricordo e senza rimpianto / Senza rimpianto / Senza rimpianto / Senza rimpianto / Se ti potessi dire…”.

Sul web è poi comparso un assaggio (durata circa un minuto) di “Marta piange ancora”. In pieno “Rino Gaetano style”, con tanto di coretto finale, questo il testo: “Io non lo so… però… io chiamo la polizia / Il 113… il 112… il 124… il 12 e 40… il 3131 o il 911 / Il 118… quello dei vigili… dei vigili del fuoco / Quelli che spengono… tutti gli incendi… e anche i bollori… e anche i bollori / (coro) Marta piange… Marta piange ancora… Marta piange… Marta piange ancora”.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

0 Comments: