Ad Menu

sabato 1 marzo 2014

Periodo di cambia-menti

Le anticipazioni che abbiamo dato negli ultimi giorni hanno trovato conferma. Il 14 marzo uscirà una nuova canzone di Vasco e si intitolerà proprio “Dannate nuvole”. E Maurizio Solieri non farà parte della band in occasione del prossimo tour. 

Lo conferma sul suo blog Massimo Poggini, il quale annuncia anche un’altra uscita eccellente, quella di Matt Laug. Ma c’è di più, perché si conosce anche il sostituto di Solieri: è Vincenzo Pastano (nella foto, dal suo profilo Facebook, con Guido Elmi). 

Un po’ di biografia presa dal suo sito internet: “Vince Pastano, a.k.a. Vince, dal 2001 è noto soprattutto come chitarrista/produttore artistico/compositore (Liquido Records & Produzioni), realizza numerosi progetti personali (Vince, Pulp Dogs, Past The Mark, Araliya, GOS) e collabora con moltissimi artisti italiani ed internazionali; la giapponese Hiroko Kouda, George Mann, Riccardo Sinigallia, Guido Elmi, Stef Burns, Ignazio Orlando (CCCP), l’ingegnere del suono Marc Urselli (vincitore di due Grammy Awards), Roberto Terzani (Litfiba), Beppe D’Onghia, Lucio Dalla, Pino Daniele, Roy Paci, Eugenio Bennato, Eugenio Finardi, Tiziano Ferro, Zibba, Nicola Venieri, Adrienne Arno, Cesare Cremonini, Federico Poggipollini, Barbara Cola, la scrittrice/cantautrice Grazia Verasani fino ad arrivare a Luca Carboni, sono solo alcuni degli artisti con cui ha suonato e suona tuttora. Il suono nome è menzionato nel libro enciclopedico "Largo all'Avanguardia - 50 anni di musica Rock a Bologna" a cura di Oderso Rubini. Vince è anche compositore e produttore di sonorizzazioni in ambito pubblicitario; tale attività lo ha portato a lavorare per brand del calibro di Clementoni, Walt Disney, BMW e Rai Tv. Nel 2012 crea l'etichetta discografica Liquido Records & Produzioni assieme ad Antonello D'Urso, Max Messina e Ignazio Orlando e produce gli album di Nicoletta Noè, Massimiliano Martines, Vince, Andrea De Luca, Rocio Rico Romero, Davide Berardi. ‘Lividi’, il nuovo album di Vince, nasce dalle osservazioni di un uomo rispetto alla società che lo circonda, dalla presa di coscienza dell'equazione universale vittima e carnefice che da sempre ne fa parte. I versi, scritti dall’artista con la collaborazione di Alice Lerco, si riconoscono per uno stile improntato all’essenziale ma carico di pathos. Predomina una sensazione di oppressione, la mancanza di luce, una dimensione notturna che prosegue dalle precedenti opere di Vince. Si rinnova la collaborazione con la scrittrice Grazia Verasani ('Quo Vadis, Baby?', 'Velocemente da nessuna parte', 'Di tutti e di nessuno', 'Cosa sai della notte?', 'From Medea - Maternity Blues', 'Tutto il freddo che ho preso') che ha partecipato al disco con la stesura del testo 'Al buio'. Le musiche composte da Vince sono caratterizzate da un sound più live rispetto alle precedenti uscite, dovuto alla volontà di curare gli arrangiamenti insieme alla band con cui collabora da anni, composta da Ignazio Orlando (ex produttore dei CCCP), Antonello D'Urso, Max Messina, produttori e fondatori insieme all’autore dell'etichetta Liquido Records. A differenza del precedente album ‘Invisibili Distanze’, si è scelto di affidare l'interpretazione alla voce femminile di Silvia Manigrasso per creare un contrasto surreale fra una voce sottile ed eterea e i suoni alienanti che caratterizzano le canzoni. Tale scelta è legata alla figura di produttore, una scelta di ruolo ben precisa che va oltre l'identità del proprio io dell'autore”. 

Del nuovo batterista invece non si conosce ancora il nome, anche se Poggini fornisce qualche indizio: “È stato sostituito con uno dei drummer che in anni recenti hanno collaborato con Zakk Wylde, già chitarrista di Ozzy Osbourne e quindi leader della band heavy metal Black Label Society”. 

Avremo dunque una band rinnovata del 25% in estate ed una nuova canzone da ascoltare a breve: periodo di novità, periodo di rivoluzione. In fondo, li aveva annunciati i cambia-menti.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

0 Comments: