Ad Menu

sabato 10 novembre 2012

Vasco al cinema, biglietto a 16 euro: la polemica corre sul web

Premetto che non voglio convincere nessuno e che ognuno ovviamente è liberissimo di fare ciò che vuole. E premetto anche che il vero fine di questo post è pubblicare la foto a lato che ho pescato sul web.

Detto questo, io non andrò al cinema a vedere il “Live Kom 011”. Aspetterò qualche giorno e lo vedrò su dvd. Non andrò al cinema perché penso che far pagare il biglietto 16 euro sia una cosa che non sta né in cielo né in terra e credo che l'unico modo per dare un segnale a chi ha preso questa decisione, sperando magari in un ravvedimento in vista di altre occasioni simili, sia quello di disertare le sale.

La vicenda sta facendo discutere ed anche molto. Ieri è stato Massimo Poggini, sul suo blog, a dare una ribalta nazionale al caso: un post, a mio avviso, di puro buon senso il suo. Nel quale si chiede perché sia stata presa questa “idea meravigliosa”.E chiarisce, in modo esplicito, che il suo non è un post “contro Vasco”, ma contro tutti quelli che “pensano che la parola fan sia sinonimo di cretino”. A corredo, Poggini dimostra anche, numeri alla mano, come finora la prevendita stia dando risultati molto modesti. Apriti cielo.

Su Facebook si sono scatenati i commenti, la maggior parte dei quali (ma anche con qualche voce critica) concordi con quanto scritto da Poggini. In calce al post invece, nel breve giro di poche ore, sono arrivate le repliche prima dell'ufficio stampa di “The Space Cinema” e poi addirittura dell'amministratore delegato di Emi Italia. Repliche, ma questa è solo la mia opinione, abbastanza fuori registro. Ma che comunque hanno contribuito ad arricchire ulteriormente il dibattito. Se volete saperne di più, non vi resta altro da fare che leggere il post. Girando sul blog di Poggini, tra l'altro, potrete anche vedere il nuovo video di Clara Moroni. Buona lettura.

Per leggere post e commenti cliccare qui: Blog Massimo Poggini

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

0 Comments: