Ad Menu

sabato 4 agosto 2012

E’ costato 10.000 euro il Vasco Fans Event di Rapallo: polemiche dal centrosinistra

Lascia dietro di sé una scia polemica il Vasco Rossi Fans Event ospitato giovedì sera a San Michele di Pagana. Ad accendere le polveri è Antonella Cerchi, alle elezioni della scorsa primavera candidata del Partito Democratico alla carica di sindaco ed attualmente consigliere comunale. Prima la Cerchi si definisce “fan accanita del Blasco”, poi però pone alcune domande sui costi della serata e sulla location scelta. Proponiamo integrale il comunicato stampa, a titolo di curiosità e spunto di riflessione.

Finalmente San Michele nei pensieri dell'Amministrazione Comunale di Rapallo.
La serata del 2 agosto con la musica di Vasco ed ottimi musicisti ad eseguirla, alcuni già ascoltati negli anni passati, non poteva non mandare in brodo di giuggiole una fan accanita del Blasco come la sottoscritta. Certo datata, ma indubbiamente la classe più rappresentata in piazzetta era certamente quella del baby boom. Mega palco, comunale, ad occupare la piazzetta, musica, finalmente come si conviene al rock, al "chiodo" (a chi interessava in fondo misurare i decibel, la musica doveva "pompare"), tutti schiacciati lì davanti come ad un concerto è stato un ritorno di gioventù. Difficile dare i numeri dei partecipanti, non credo che la prefettura si occupi di questi raduni, certo e' che chi conosce bene la piazzetta, si e' reso immediatamente conto che il numero rispetto all'evento era relativo. Si può dire meno male, visto che parcheggi non ci sono, la piazza occupata dal palco lasciava spazio solo sulla spiaggia o intorno al chiosco del bar allestito dall'organizzatore, dietro il palco ovviamente solo i ragazzini che avevano bel altro da fare e da dire; forse per questo motivo l'iniziativa e' stata così poco pubblicizzata. Da chi ci ha vissuto per anni , conosce bene, ama e frequenta sempre San Michele mi sorge però la domanda per quale motivo sia stata finanziata con 10.000€ più montaggio palco ect. una manifestazione così importante in un borgo che e' un gioiello e che proprio logisticamente presenta caratteristiche particolari. Con una cifra importante come questa (si pensi alle tante richieste dei gruppi e associazioni che non vengono soddisfatte e che lavorano tutto l'anno per Rapallo) non era possibile avviare una serie di serate con caratteristiche adatte ad una location così particolare e che porterebbe continuativamente più gente? Se si finanziano festival blues, jazz in piazza Cavour e Villa Porticciolo riconoscendone la grande attrattiva, non e' maggiormente utile pensare a più date per la piazzetta di San Michele che dopo un exploit come ieri sera è destinata a tornare ad essere campo di calcio (meno male per i bambini) e del gelato per i nonni? Perché non pensare alla musica del mondo? Tutti i festival di musica etnica che incuriosisce noi "vecchi" ma appassiona sempre più i giovani? Si va bene, Signor Sindaco, siete arrivati tardi, fate del vostro meglio, farete sicuramente di più, i soldi li avete girati un po' così ma siete nuovi (?), va bene tutto ed infatti questa vuole essere quella che si definisce una critica costruttiva: se tutti plaudiamo al recupero dopo 3/4 anni del pianterreno di Villa Porticciolo, la preghiamo di non dimenticare (ému za dètu) San Michele e la sua unicità che va rispettata, valorizzata ed amata, sempre.
Antonella Cerchi
Capogruppo
Il Centrosinistra di Rapallo-PD


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

0 Comments: