Ad Menu

martedì 29 novembre 2011

Alan Taylor e il giallo Albachiara

Mi portò per la prima volta a Londra, per fare il “mastering” dell’album nel mitico studio di Abbey Road. In seguito ci siamo persi di vista ma non ho mai dimenticato la sua flemma inglese e il suo carattere dolce e silenzioso. Le mie condoglianze alla sua famiglia”. Con queste parole oggi Vasco ha ricordato su Facebook Alan Taylor, collaboratore della prima ora, purtroppo scomparso domenica a Bologna. Oggi a Casalecchio di Reno è stato celebrato il funerale.

Resta da capire perché Albachiara risulti co-firmata da Taylor. Oggi Vasco scrive: “Fu il produttore del primo album, arrangiato da Gaetano Curreri. Gli feci firmare la metà dei diritti d’autore di tutto l’album, in cambio della sua “Martin”… Perciò figura co-autore di Albachiara anche se la musica e il testo sono miei”.

Qualcosa non quadra. Intanto perché Albachiara, ovviamente, fa parte del secondo disco di Vasco. E poi perché Alan Taylor non è stato il produttore solo del primo disco di Rossi, ma anche del secondo e del terzo. Io qui mi fermo, se c’è qualcuno più esperto di me che può raccontare realmente come andarono le cose, si faccia avanti.

Nel 1969 Alan Taylor partecipò insieme ai Casuals al Festival di Sanremo con la canzone “Alla fine della strada”. Ecco il video:


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

3 Comments:

alibi68 said...

Ciao, volevo solo dire che nonostante le varie notizie, se andate a vedere la stampa originale (ripeto originale), ALBACHIARA risulta essere solo di Vasco.

Marco Pagliettini said...

Alibi, l'unico modo per avere la certezza di come stanno le cose, sarebbe andare a vedere come la canzone è stata depositata alla Siae. Può essere benissimo che Vasco abbia ceduto i diritti, ma che la cosa all'epoca non abbiano voluta farla risultare sul disco.

Anonimo said...

La musica di Albachiara nasce comunque da una idea di Massimo Riva e questo Vasco Rossi si guarda bene dal dirlo.