Ad Menu

martedì 12 aprile 2011

Vasco vs Ligabue: ora ne parla anche la stampa

Era inevitabile che sarebbe andata a finire così. La diatriba tra Vasco e Ligabue, innescata da una nota apparsa domenica sulla pagina ufficiale di Facebook di Vasco (ma prima ancora anche sul suo profilo personale), trova oggi ampio spazio sui quotidiani.

Sulla Stampa, Marinella Venegoni riepiloga la vicenda, tra le righe dà l’idea di non credere molto alla smentita di ieri ed ipotizza che si possa trattare di una mossa pubblicitaria per rilanciare le prevendite dell’Heineken Jammin’ Festival che non sarebbero (il condizionale è d’obbligo) rosee.

Il Corriere della Sera pubblica un pezzo senza troppi fronzoli siglato R.S., che a sua volta racconta quanto accaduto e dà conto della smentita (ma nel titolo si dice che “forse” è uno scherzo online).

Su Repubblica è invece Carlo Moretti a fare il punto della situazione: parla di “scontro finalmente palese tra le due rockstar”, sostiene che la smentita di Tania Sachsnon contiene ancora la posizione del Blasco” e dà nota che gli uffici milanesi di Facebook sarebbero comunque al lavoro “per capire se ci sono state intrusioni nel profilo ufficiale di Vasco Rossi”.

Anche sul Secolo XIX, pur citando la smentita, si scrive che “qualche residuo dubbio però resta”, per poi aggiungere: “Magari è stato proprio lui a fare uno scherzo e a pensar male viene anche in mente che ci sono dischi e tour in promozione, ancorché abbondantemente plafonati”.

L’articolo più “ricco”, almeno tra quelli che sono riuscito a reperire sul web, è quello scritto da Paolo Giordano sul Giornale, il quale parla di “smentita non proprio chiarissima” ed aggiunge “chiunque può tirare le proprie conclusioni”. Giordano dà però anche conto dell’opinione di Riccardo Vitanza, addetto stampa di Ligabue, il quale sembra conoscere bene la vicenda, citando anche gli orari di apparizione e sparizione del post incriminato e ricordando come lo stesso Vasco avesse dichiarato che erano tre gli amministratori della sua pagina ufficiale.

Già ieri, infine, ma prima della pubblicazione della smentita, Massimo Poggini aveva scritto la sua opinione sul suo blog. Riporto il finale del suo post: “Forse sarebbe meglio «parlare chiaro e parlare forte» di argomenti più nobili. E lui ha la capacità e l’autorevolezza per volare alto. Parola di uno che lo conosce bene”.

Per leggere l’articolo della Stampa cliccare qui: La Stampa

Per leggere l’articolo del Corriere della Sera cliccare qui: Corriere della Sera

Per leggere l’articolo di Repubblica cliccare qui: Repubblica

Per leggere l’articolo del Secolo XIX cliccare qui: Il Secolo XIX

Per leggere l’articolo del Giornale cliccare qui: Il Giornale

Per leggere il blog di Massimo Poggini cliccare qui: Blog Max

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

3 Comments:

Anonimo said...

Ciao caro Marco, credo che per essere certi che a parlare sia il vero Vasco basta solo pigiare PLAY del proprio I-pod, CD etc, etc e non si sbaglia mai!!!! Un abbraccio sei un grande è sempre un piacere leggere il tuo BLOG

Marco Di Vita

Marco Pagliettini said...

Grazie Marco!

fra said...

boh, il suo comportamento "anti politically correct" e l'atteggiamento da superuomo delle ultime settimane mi ricorda un po' quello di charlie sheen. quindi secondo me o ha flippato, o ha ripreso ad abusare, o entrambe le cose... #vasco #winning