Ad Menu

giovedì 17 febbraio 2011

La polemica corre sul web

Quando sono usciti i prezzi dei biglietti del nuovo tour, ed in particolare quelli relativi alla data di San Siro, i commenti tra i fans non sono stati certo entusiastici. Qualcuno ha deciso di rinunciare al prato per un settore più economico, qualcun’altro ha optato per una sola data invece che due.

Oggi la polemica è divampata su Facebook. Ad accendere la miccia è stato il videomessaggio postato su Youtube da un fan, conosciuto come Rob il Peyote:



Piccata, a stretto giro di posta, è arrivata la risposta di Diego Spagnoli, sul suo profilo Facebook, che pubblichiamo integrale:

Risposta a ROB il PEYOTE.... rimani a casa...... roby .... anche se ci conosci da anni non hai ancora capito quanto può costare una produzione..... poi se decidi di farti tutti quei viaggi , tutto ciò ci fa piacere ...... ma non ve lo ordina il medico. Scusami ma dovresti fare il confronto con le produzioni internazionali.... visto che non siamo da meno.....

Qualche ora dopo, Spagnoli ha parzialmente corretto il tiro:

Vorrei segnalare che la mia prima risposta al video di ROB e' stata un po’.... burbera.... consiglio solo a chiunque di andare a vedere i prezzi di chiunque su ticket one, fare il confronto .... e dopo il concerto giudicare....”.

E nel frattempo, Rob il Peyote ha risposto con un nuovo videomessaggio. A voi le conclusioni.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

1 Comment:

Max said...

mah... 53 euro x il prato in effetti sono esagerati, ma stento a credere che il tipo qui nn li possa spendere visto che alle sue spalle ha un mac che costa quasi 2000 euro. ma a parte questo, che lascia il tempo che trova, 53 euro x un prato sono esagerati, quando il secondo anello rosso numerato (il miglior posto dove assistere ad un concerto di vasco, xche' vedi bene e senti bene) costa praticamente uguale.
e se non altro sei seduto e nessuno ti passa sopra.
spagnoli dice che il tipo qui non e' obbligato a seguirli ovunque eccetera. ma allora anche io dico che a me della produzione non me ne puo' frega' de meno xche' se vasco cantasse solo con un asta del microfono in piedi fermo sarebbe uguale.
certo, sua maesta' il palco fa la differenza, fa la sua bella figura, piu' e' grande e piu' e' bello eccetera ma nessuno obbliga la produzione a fare una maestosita' del genere.
o no?
poi, certamente, una produzione cosi' garantisce una certa qualita'.
o meglio, almeno x san siro, dovrebbe garantirla visto che negli ultimi anni l'audio era veramente pessimo, al terzo anello non sentiva niente nessuno, si andava a memoria, nelle curve quasi... x cui, ok che la produzione costa e che gli stranieri quando vengono a san siro fanno pagare 100 e passa euro un biglietto ma e' anche vero che devono coprire le spese di trasferte EUROPEE, gasolio dei camion compreso, Vasco si sposta da milano a roma... non e' la stessa cosa.
poi, x quanto mi riguarda, io ci vado lo stesso, secondo rosso numerato, pero' siamo in italia, dove anche se la benzina costasse 10 euro al litro la gente userebbe lo stesso la macchina.