Ad Menu

giovedì 13 gennaio 2011

Mary Louise, Avellino e il ritorno del Lupo

Spunta l’ipotesi che possa far tappa anche ad Avellino il tour 2011 di Vasco. La possibilità viene ventilata oggi dal quotidiano online ottopagine.it, il quale riporta anche una dichiarazione possibilista dell’assessore comunale alla cultura Gennaro Romei: “Siamo in contatto con gli agenti di Vasco ma sapremo solo tra qualche settimana se è possibile. Ci sarà un incontro in cui faremo il punto sulla possibilità di portare una tappa del tour di Vasco ad Avellino, ma tutto è ancora da verificare”.

Oggi è però è stata la giornata di “Mary Louise”. Il caso è esploso la scorsa notte, quando Vasco ha postato su Facebook 78 secondi della canzone, intitolando il post “anteprimaPIRATAAA”. Arrangiamento un po’ alla “Non sopporto” (altro “inedito” di quegli anni), inevitabilmente molti fans hanno subito pensato che si trattasse di una canzone del nuovo album.

Mary Louise” è un pezzo che risale agli anni ottanta e che Vasco avrebbe voluto proporre come inedito nel tour del 1989. Più volte negli scorsi giorni abbiamo scritto che il nuovo lavoro del Blasco conterrà un “inedito” di questo tipo, e che questo “inedito” sarà “Maledetta canzone”. Se abbiamo ragione oppure no lo scopriremo a fine marzo, fatto sta che è stato lo stesso Vasco, a fine mattinata, a precisare che “Mary Louise” non sarà una delle dodici canzoni del nuovo disco. “E’ una cosetta in più presente nei contributi speciali”, specifica Rossi. In quella sezione, dunque, dove troverà posto anche “L’ape regina”.

Strana storia quella di “Mary Louise”: l’intenzione di Vasco di cantarla dal vivo nel 1989 verrà subdolamente fermata dai suoi musicisti. La vicenda la spiegò Daniele Tedeschi, all’epoca il batterista del Blasco, nell’intervista concessa nel corso della quinta puntata di “Un gran bel film”, lo special che ebbi l’onore di condurre nel 2004 su Radio Aldebaran. Raccontò Tedeschi: “Mary Louise è un pezzo che a Vasco piaceva moltissimo... Il povero Lolli, che era il suo manager di allora, d’accordo con noi della band, invece non vedeva questo pezzo tanto adatto a Rossi, che comunque era già un signore, non era più un ragazzino... Non si poteva però dire a Rossi che non volevamo fare il pezzo, allora Lolli ci chiese di fare in modo di suonarlo male... E allora c’eravamo messi d’accordo, a turno, alle prove, di sbagliare... Si cercava anche di farlo per il suo bene...”. Profetiche furono le sue ultime parole: “Poi probabilmente prossimamente la farà questa Mary Louise, arrangiata magari molto bene, e diventerà un grande successo...”.

Se volete sentire l’intervista completa, cliccate qusto link http://www.pizzeriaverdi.com/vasco_story.htm e ascoltate la quinta puntata, l’intervento di Tedeschi è dal minuto 14’ al minuto 26’. Ne vale la pena, fidatevi.

Tra i musicisti coinvolti nella “congiura” probabilmente c’era anche Alberto Rocchetti, quell’anno per la prima volta tastierista di Vasco. E chiudiamo questo lungo post con un appuntamento che riguarda proprio il Lupo Maremmano: Rocchetti infatti suonerà sabato sera al New Bulldog di Serrà Riccò con i Tropico del Blasco. Se siete in astinenza di note vascorossiane, questo è l’appuntamento che fa per voi.

Mary Louise versione 2011:


Mary Louise versione anni ‘90:


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

0 Comments: