Ad Menu

venerdì 30 dicembre 2011

Un anno di Vasco

Siamo agli sgoccioli, il 2011 sta per finire. Un anno che i fan di Vasco credo non dimenticheranno mai. Nessuno, probabilmente, avrebbe immaginato che sarebbe stato tanto intenso. Nel bene e nel male. E allora, in questo post, a futura memoria, ricapitoliamo quanto successo in questi dodici mesi.

Il 28 gennaio esce sul web il video di “Vuoto a perdere”, la canzone scritta da Vasco e Curreri per Noemi.

La prima sorpresa arriva il 6 febbraio, quando su Youtube compare il video di “Eh…già”. L’11 febbraio vengono poi comunicate le prime cinque date del tour; altre tre date saranno ufficializzate il 19 febbraio.

Il 17 marzo compaiono in rete le anteprimepirata” del nuovo disco. Un antipasto di 30 secondi a canzone di “Vivere o niente”. L’attesa diventa febbrile quando il 25 marzo compare sul web l’intera “Vivere non è facile”. E finalmente il 29 marzo il disco arriva nei negozi.

Il 10 aprile prende il via la polemica con Ligabue: Vasco (o un hacker se preferite la versione ufficiale) pubblica su Facebook la famosa nota della “polenta da mangiare” che darà il via ad un tormentone che ancora non sembra essersi concluso. Il 13 aprile accade una cosa quasi incredibile: a due settimane dall’uscita del disco, Vasco pubblica 50 secondi di una nuova canzone, non presente in “Vivere o niente”. Si tratta de “I soliti”. Il 27 aprile viene annunciato che la data zero del nuovo tour sarà ad Ancona.

Le prove, come da molti anni, si tengono a Pieve di Cento. In tempo reale filtrano le prime indiscrezioni sulla scaletta, ma anche la notizia che spesso Vasco non si presenta in sala. Un campanello d’allarme che pochi colgono. Prima dell’inizio del tour c’è però anche spazio per una giornata di festa: il 28 maggio infatti si sposano Stef Burns e Maddalena Corvaglia, con il Blasco a celebrare.

Il 5 giugno, finalmente, il tour parte da Ancona. L’11 giugno Vasco sbarca a Mestre per l’Heineken Jammin’ Festival: alla quinta partecipazione, per la prima volta non c’è il sold out. Il 13 giugno vengono annunciate altre quattro date, tra la fine di agosto e l’inizio di settembre. Il 16 giugno è la data del primo dei quattro concerti di San Siro. Il 22 giugno un nuovo campanello d’allarme: Vasco inizia il quarto concerto milanese con un’ora di ritardo. Incredibilmente il pubblico viene lasciato senza uno straccio di spiegazione su quanto sta accadendo. Solo il giorno dopo il sito ufficiale “spiegherà” la causa del ritardo con un malessere di Vasco dovuto ad “un fortissimo male che da una spalle è passato alla schiena”. Il 26 giugno una notizia shock: intervistato da Vincenzo Mollica, il Blascodichiara felicemente conclusa la sua straordinaria attività di rockstar”.

Il 1° e il 2 luglio si chiude il tour con i due concerti di Roma. Con Vasco che, ormai non più rockstar, si presenta sul palco con i pantaloni della tuta. Il 21 luglio la tranquillità dell’estate viene spezzata dalla notizia che Vasco è ricoverato nella clinica privata Villalba di Bologna. Si parla della “frattura di una costola”.

Le voci, giorno dopo giorno, si moltiplicano, fino alla bella notizia del 1° agosto: le dimissioni. Passano cinque giorni e Vasco confessa su Facebook di aver sofferto di depressione e di assumere da tempo un cocktail di farmaci. Il 20 agosto purtroppo arriva la notizia di un nuovo ricovero, sia pure di poche ore. Due giorni dopo quello che era ormai nell’aria: viene annullata la seconda parte del tour. I medici ordinano a Vasco due mesi di assoluto riposo. Il 26 agosto si torna a parlare di musica: il Blasco pubblica sul web la versione integrale de “I soliti”.

Il 1° settembre però torna in clinica. Il 5 settembre a Venezia (e in molti cinema italiani) viene presentato in anteprima il docu-film “Questa storia qua”. Il 28 settembre una bella notizia: nasce Jamie Carlyn, figlia di Stef Burns e Maddalena Corvaglia.

Il 3 ottobre, dopo quella con Ligabue, ecco una nuova polemica che vede coinvolto Vasco: l’avversario questa volta è Nonciclopedia. Il 13 ottobre, finalmente, l’annuncio più atteso: dopo quasi un mese e mezzo il Blasco esce dalla clinica. Il 21 ottobre la rivelazione: “Ho lottato contro endocardite e polmonite”.

Il 24 novembre esce nelle librerie “La versione di Vasco” Il 27 novembre ancora una brutta notizia: muore a Bologna Alan Taylor, produttore dei primi tre dischi di Rossi.

Il 9 dicembre esce su iTunes “Live Kom 011 Ep”, live di dodici canzoni (più l’intro) dell’ultimo tour. L’ultima vera notizia di un anno spericolato oltre ogni aspettativa.

In chiusura, obbligatori ma sentiti, gli auguri di chiudere alla grande il 2011 e vivere un 2012 entusiasmante
!

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

martedì 27 dicembre 2011

Vasco e la Siae - appendice

Ricorderete il post pubblicato alcune settimane fa relativo a Vasco e la Siae. Allora scrivevamo che i pezzi accreditati a Vasco erano 256. Nel frattempo, vi informiamo, sono diventati 258. Le due novità, lo precisiamo subito, sono tali solo relativamente.

Intanto nell’elenco figura ora “Stammi vicino”, che inspiegabilmente non compariva. Rispetto ai crediti indicati sul disco c’è però qualche novità. Come autore della musica figura infatti anche Vasco, insieme a Peppino D’Agostino e Stef Burns (che si firma con il suo vero nome Stephan Bret Birnbaum). Come autore del testo, inoltre, insieme a Vasco, figura anche Rossi Schmidt Luca Giovanni Otmar.

La seconda new entry è “I soliti”. La quale risulta firmata da Vasco, Principini e Curreri per la musica e dal solo Vasco per il testo. Avevamo ipotizzato che “I soliti”, non figurando con questo titolo, potesse in realtà essere l’inedita “Noi siamo liberi”, firmata in coppia, sia per quanto riguarda il testo che la musica, da Vasco e Rossi Schmidt Luca Giovanni Otmar. Quest’ultimo però non figura come autore de “I soliti”. Le ipotesi pertanto sono due: “Noi siamo liberi” è una canzone diversa, oppure è una prima stesura de “I soliti” ed al momento di depositare quest’ultima canzone alla Siae, è stato deciso di indicare autori diversi.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

lunedì 26 dicembre 2011

Come fu che una foto di Atuttovasco finì alla Rai

Avete passato un buon Natale? Speriamo di sì e vi auguriamo un Santo Stefano Protomartire altrettanto felice. E per allietarvi la giornata, vi raccontiamo anche una storiella curiosa.

Date un’occhiata alla foto a destra. E’ stata scattata dal mio amico Alberto durante un concerto di Torino del 2007. Ed è stata usata a corredo di un post di questo blog il 25 agosto del 2008.

Immaginerete la sorpresa nel rivedere la stessa foto mercoledì sera durante la puntata del programma di Rai 5Icone, corpi che parlano” dedicata a Vasco. La foto si vede di sfuggita intorno al minuto 5’ 30’’ e più a lungo al minuto 23’ 08’’.

Non ci credete? Controllate voi stessi!

Per per vedere il post del 25 agosto 2008 cliccare qui: Atuttovasco



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

sabato 24 dicembre 2011

Buon Natale da Atuttovasco!

Siamo dunque alla vigilia di un altro Natale e quindi non ci resta che porgere a tutti i nostri lettori i più sinceri auguri di buone feste! Il blog comunque non va in vacanza, restiamo sempre qui, pronti ad aggiornarvi in caso di novità.

Chi invece va (meritamente) in ferie per un paio di settimane è la Pizzeria Verdi A Tutto Vasco. Da oggi la nostra pizzeria preferita è chiusa, la riapertura è prevista per sabato 7 gennaio!

In chiusura di post, un video dedicatissimo alla Pizzeria Verdi A Tutto Vasco:


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

mercoledì 21 dicembre 2011

Ancora uno special su Vasco, questa sera su Rai 5

E’ il periodo dei programmi dedicati a Vasco. Questa sera, alle 22.50, è la volta di Rai5 e del programma “Icone, corpi che parlano”.

Di seguito il comunicato stampa pubblicato sul sito della Rai ed intitolato “Rai5: Icone svela Vasco Rossi”:
Da trent’anni domina la scena musicale; è la prima e autentica rockstar italiana; ha la straordinaria capacità di mettere d’accordo generazioni diverse di fan: da quelli che lo ascoltavano negli anni Settanta a quelli che lo hanno scoperto di recente. È Vasco Rossi, protagonista della puntata di “Icone, corpi che parlano” in onda su Rai5 mercoledì 21 dicembre alle 22.50. Oggi, a sessant’anni Vasco ha deciso di dimettersi da rockstar. Perpetuare un’eterna giovinezza o una “vita spericolata” sembra impossibile: Il suo corpo non glielo concede più. Marco Ferrante, conduttore e co-autore del programma – con l’aiuto dei commenti di Mario Luzzatto Fegiz, di Don Antonio Mazzi, del giornalista e biografo Michele Monina, e con le analisi di studiosi di comunicazione e esperti del linguaggio del corpo - ripercorre il fenomeno Vasco dalle origini alla sua ultimissima evoluzione, passando attraverso le fasi e le trasformazioni che lo hanno reso un’autentica icona.


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

martedì 20 dicembre 2011

Arriva a Rapallo il funambolo di Vasco

Andrea Loreni, il funambolo co-protagonista dell’ultimo tour di Vasco, l’uomo che ha tenuto con il fiato sospeso migliaia di persone a San Siro e all’Olimpico durante i concerti di Rossi, sarà mercoledì 28 dicembre protagonista di un’originale performance in quel di Rapallo.

L’appuntamento è stato ufficializzato oggi dall’amministrazione comunale: la fune collegherà la passeggiata a mare e l’antico castello sul mare. L’esibizione avrà luogo alle 18.30, l’ora perfetta per un aperitivo. Per chi vive nel Tigullio, o per chi magari pensa ad una mini-vacanza in Liguria, l’occasione giusta per un amarcord della scorsa estate.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

sabato 17 dicembre 2011

Portatemi Dio e Sally: la musica di Vasco protagonista ad X Factor

E’ capitato spesso, in passato, che ad X Factor sbarcasse la musica di Vasco. Ed anche questa edizione non fa eccezione.

Durante la puntata dell’8 dicembre il genovese Vincenzo, imbeccato da Morgan, ha cantato Portatemi Dio. Che dire? Premesso che tifo proprio Vincenzo, l’ennesima dimostrazione di quanto cantare Vasco sia difficile. Non che l’interpretazione sia stata brutta, ma il paragone con l’originale purtroppo per Vincenzo è impietoso.

Giovedì scorso invece Jessica, cantante della squadra di Simona Ventura, si è cimentata addirittura con Sally. Dico la verità: molto meno peggio di quanto temessi. Un’interpretazione sofferta, se non altro c’era un po’ di cuore. Quello che ad esempio, io non ho mai sentito nella ben più illustre cover della Mannoia.

Per per vedere il video di Portatemi Dio cliccare qui: X Factor Vincenzo

Per per vedere il video di Sally cliccare qui: X Factor Jessica

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

giovedì 15 dicembre 2011

Un’overdose di special

Confesso che l’altra sera quando ho capito che lo special de “La storia siamo noi” altro non era (a parte i primi dieci minuti) che lo stesso già trasmesso tre anni fa, ho spento la tv. Colpa dell’ora tarda, ovviamente.

Lo stesso special sta andando in onda, proprio mentre scrivo questo post, su Rai Storia. Preceduto però da un’ora di musica. Nulla di nuovo, ma comunque bello. Sally unplugged, alcune canzoni prese dal live del 2008 e qualche video più vecchio, compresa una Bollicine del 1987. Una bella sorpresa, inattesa e gradita.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

martedì 13 dicembre 2011

Le ultime news

La puntata di questa sera de “La storia siamo noi”, su Rai Due alle 23.30, sarà dedicata a Vasco. Titolo dello special “Vivere o niente”, la speranza ovviamente è che non si tratti della puntata, magari riveduta e corretta, già andata in onda alcuni anni fa, ma di un qualcosa di totalmente nuovo.

Il 10 gennaio uscirà invece, in dvd e blu-ray “Questa storia qua”, il docu-film dedicato a Vasco (e soprattutto a Zocca), uscito a settembre nelle sale. Sono già aperte le prenotazioni: su Amazon.it, ad esempio, il dvd viene venduto a 13,49 euro e il blu-ray a 18,90 euro.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

domenica 11 dicembre 2011

Vasco e la Siae: errata corrige su “Come Vasco Rossi”

Il post su “Vasco e la Siae” conteneva un errore che abbiamo ora provveduto a correggere. Nella sezione “gli inediti inediti” avevamo infatti inserito anche la canzone “Come Vasco Rossi”, che in realtà inedita non è per nulla: come mi hanno fatto notare i miei amici Maurizio ed Alfonso, infatti, si tratta del brano cantato da Gaia e Luna che qualche anno fa ha spopolato su Youtube. Confesso di essere caduto in errore per due motivi: mai avrei pensato che Vasco potesse aver firmato tale pezzo e mai avrei immaginato che nei crediti potesse figurare anche Alan Taylor.

Agostino Carollo
, coautore di musica e testo, è il papà di Gaia e Luna. E’ curioso come, sul Myspace delle due bambine, il 13 agosto del 2008 veniva data la notizia: “Il nostro papà Agostino ha firmato un contratto con Vasco Rossi e Alan Taylor per la canzone “Come Vasco Rossi”. La canzone è stata depositata oggi alla SIAE così: “Come Vasco Rossi” di Agostino Carollo, Vasco Rossi e Alan Taylor. Sul bollettino della SIAE c’è la firma di Vasco in persona!!!”.

Abbiamo inserito “Come Vasco Rossi” nella sezione “canzoni scritte per altri”.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

venerdì 9 dicembre 2011

Vasco e la Siae: tutta la verità sugli autori, 50 titoli inediti, il figlio Luca firma 13 pezzi

Tutto nasce dal giallo di Albachiara. L’unico modo per risolverlo è quello di consultare gli archivi della Siae, no? Nel 2011, stupido non averci pensato prima, farlo è davvero semplice: basta visitare il sito della Siae ed il gioco è fatto. Un’apposita sezione consente di effettuare tutte le ricerche che si vogliono. Impostando come autore “Rossi Vasco” escono fuori 256 canzoni. E tante, tante cose inattese. Fra titoli inediti, autori diversi da quelli comunemente indicati ed addirittura la sorpresa di una firma, quella di “Rossi Schmidt Luca Giovanni Otmar”, che ipotizziamo essere quella del figlio Luca, e che compare in ben 13 canzoni.

GLI AUTORI Come è possibile che da un’edizione all’altra dello stesso disco cambino i nomi degli autori? Per non parlare di quello che si trova su Internet… L’archivio della Siae permette di mettere alcuni punti fermi. Disco per disco, dunque, ecco quello che abbiamo trovato.
MA COSA VUOI CHE SIA UNA CANZONE Spesso tutti i pezzi sono accreditati al solo Vasco. Invece in “Silvia” e “Jenny è pazza”, co-autore del testo risulta Stefano Scandolara.
NON SIAMO MICA GLI AMERICANI Il caso più interessante, quello che ha ispirato questa piccola inchiesta. E’ questo il disco i cui diritti sono stati ceduti, in parte, da Vasco ad Alan Tayor. Il musicista da poco scomparso, infatti, risulta coautore del testo di sette canzoni su otto. Unica eccezione “La strega”, firmata Silvestri-Rossi.
VA BENE, VA BENE COSI’ La canzone che dà il nome all’album sui dischi è spesso accreditata Casini-Rossi. Tra gli autori della musica invece compare anche Mimmo Camporeale.
GLI SPARI SOPRA La canzone “Hai ragione tu” è spesso accreditata Stewart-Rossi, ma tra gli autori della musica figura anche Richard G. Feldman.
NESSUN PERICOLO… PER TE Tre canzoni sul disco sono accreditate al solo Rossi: “Sally”, “Io perderò” e “Marea”. Secondo quanto depositato alla Siae, invece, i tre pezzi sono firmati anche da Tullio Ferro, coautore delle musiche. Abbastanza clamoroso il caso di Sally, non trovate?
IL MONDO CHE VORREI Sul disco la canzone “Non vivo senza te” è firmata Rossi-Curreri-Fornili. Alla Siae, invece, risulta accreditata come Rossi-Curreri-Grandi.
VIVERE O NIENTE Il disco che forse riserva le maggiori sorprese. “Starò meglio così” nei crediti del disco è firmata Ferro-Rossi, mentre per la Siae risulta interamente di Vasco. Otto canzoni risultano poi firmate, come coautore del testo, da Rossi Schmidt Luca Giovanni Otmar: “Vivere non è facile”, “Manifesto futurista della nuova umanità”, “Prendi la strada”, “Eh…già”, “Sei pazza di me”, “Vivere o niente”, “L’aquilone”, “Non sei quella che eri”.

LE CANZONI CHE MANCANO Cinque canzoni mancano all’appello. Non c’è “Senza parole”, ma figura una “Così senza parole” (firmata dal solo Vasco) e si può pensare che il pezzo sia quello. Discorso simile vale per “Guarda dove vai”, che non compare con questo titolo. Ricorderete però che in “Fronte del palco” figurava come “Inedito” ed in effetti si ritrova alla Siae questo titolo, con firma Rossi-Ferro-Rossi. Manca anche “I soliti”, ma c’è una canzone che si intitola “Noi siamo liberi”: è la stessa? Il pezzo è firmato da Vasco e Rossi Schmidt Luca Giovanni Otmar. Manca poi "Ad ogni costo": la canzone, a dire il vero, compare addirittura due volte, ma non è accreditata a Vasco. Risulta infatti firmata dai soli Thomas Edward Yorke, Edward John O'Brien, Colin Charles Greenwood, Jonathan Richard Guy Greenwood, Philip James Selway, Albert Louis Hammond, Mike Hazlewood. Manca invece del tutto “Stammi vicino”: non so spiegarmi il motivo (e non escludo una mia carenza nella ricerca), ma di questo pezzo non trovo traccia.

CANZONI SCRITTE PER ALTRI Nell’elenco della Siae figurano ovviamente anche canzoni e musiche che Vasco ha scritto per altri artisti o per colonne sonore. Si tratta in totale di 43 pezzi, a livello di curiosità citiamo la presenza anche di “Bendecida passion”, versione in spagnolo di “Benedetta passione” di Laura Pausini. Altra curiosità: tra i brani figura anche "Come Vasco Rossi", la canzone portata al successo su Youtube da due bambine, Gaia e Luna. Il pezzo è firmato dal padre Agostino Carollo, coature di musica e testo, allo stesso modo di Vasco. Firma il testo anche Alan Taylor. Mancano invece due pezzi comunemente attribuiti a Vasco: "Palpito d’amore" e "Sparami al cuore". Il primo, cantato da Sabrina Salerno, lo si trova accreditato a Moreno Barbazza e Sandro Zane (musica) ed a Sabrina Salerno e Moreno Barbazza (testo). Peraltro, qualcuno forse ricorderà che anche sul disco Vasco non compariva come autore, ma veniva semplicemente ringraziato da Sabrina Salerno nei crediti “per avermi regalato un palpito d’amore”. Il secondo pezzo, invece, cantato da Patty Pravo, risulta accreditato solo a Giorgio Felloni (musica) e Maria Pia Tuccitto (testo). Di Vasco nessuna traccia.

GLI INEDITI PRECURSORI Si ritrovano, nell’archivio della Siae, alcuni titoli che, sia pure inediti in quanto tali, si può pensare si tratti di prime versioni di pezzi poi pubblicati. Questi i titoli e tra parentesi le nostre ipotesi: “Anche se” (Praticamente perfetto), “E nei ritagli” (Stupendo), “Ed è proprio quello” (Il mondo che vorrei), “Maledetta canzone” e “Strana canzone” (Maledetta ragione), Maria Lucia e Maryluise (Mary Luise), “Non ti perdonerò” (Io no) “Ogni volta che” (Ogni volta), “Someone’s sayn no” (C’è chi dice no). C’è poi il caso di una canzone intitolata “Per lui” e firmata Ricky Portera e Franco Di Stefano (musica) e Vasco (testo) che fa pensare a “Una nuova canzone per lei”, i cui autori sono gli stessi, con George William Sims al posto di Portera.

GLI INEDITI CONOSCIUTI Nell’elenco figurano anche alcuni inediti già conosciuti ai fan più accaniti. Sono le canzoni dei vari demo, per intenderci: “Come ti chiami”, “Continuavi nella sera”, “E morivamo piano”, “Era vestita di bianco”, “Marta piange ancora”, “Piano piano”, “Se il giorno fosse sera”, “Se ti svegli una notte”, “Sognerò”. Curiosità: tutte queste canzoni sono firmate dal solo Vasco, ad eccezione di “Marta piange ancora”, di cui risulta coautore (sia per la musica che per il testo) Rossi Schmidt Luca Giovanni Otmar. Ricordiamo che questa canzone dovrebbe risalire alla metà degli anni novanta. In questa sezione citiamo anche “Intro video” (brano musicale di Elmi-Rossi) e “Medley acustico” (musica Rossi-Solieri, testo Rossi), che immaginiamo siano intro e medley presenti in qualche cd live o dvd.

GLI INEDITI MUSICALI Di alcuni inediti risulta solo l’autore della musica e pertanto si può pensare si tratti di brani musicali privi di testo. Questi i titoli: “Battle rock”, “Blues Tullio”, “By Way”, “Piccoli misteri”, “Punk melodico”, “Rock wrock”, “Tullio”. I sette brani sono firmati dal solo Vasco.

GLI INEDITI INEDITI Restano infine 26 inediti di cui nulla sappiamo. Fra questi, chissà, forse c’è qualche canzone che ascolteremo nei mesi o negli anni a venire. Di seguito i titoli, con fra parentesi gli autori: “Al contrario di te” (Vasco), “Assaporar l’età” (Vasco), “Cambiare macchina” (Vasco e Rossi Schmidt Luca Giovanni Otmar), “Dentro il tuo silenzio” (Vasco), “Duro incontro” (Vasco e Rossi Schmidt Luca Giovanni Otmar), “E la sera viene giù” (Vasco), “Estate in città” (musica Vasco, Luigi Florio e Piermario Gianotti – testo Vasco e Bartolo Fabio Rizzo), “Fine del groove” (Vasco), “Giorni andati” (Vasco), “Il mondo migliore” (Vasco), “In questo giorno di pace” (Vasco), “La vita vola via” (Vasco), “Le tue mani sono piene di fiori” (Vasco), “L’uomo più semplice” (Vasco e Rossi Schmidt Luca Giovanni Otmar), “Nasce ancora il sole” (Vasco), “Noi siamo tutti uguali” (Vasco), “Ohhhhhh” (Vasco), “Padre nostro” (Vasco), “Potessi dire” (Vasco), “Romilia” (Vasco), “Splendida così” (musica Marcello Zoara, avente diritto non amministrato, Gianpietro Cazzago, Tullio Ferro – testo Vasco, Danilo Mangano, Luca Bernini), “Splendocuer” (Vasco), “Strade del mondo” (Vasco), “Toxic Blues” (Vasco), “Tu nasci così” (Vasco), “W Charlie Brown” (Vasco).

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

giovedì 8 dicembre 2011

La versione di Atuttovasco

Una volta Charlie Chaplin riuscì nell’impresa di non vincere un concorso come sosia di se stesso. Non so nemmeno io perché mi è venuto in mente questo curioso aneddoto mentre leggevo “La versione di Vasco”. Un libro che alla fine mi è pure piaciuto più di quanto pensassi, ma che sconta il peccato di originale di essere stato da più parti definito come “autobiografia”, quando tale non è, nemmeno alla lontana. Altro non è che una raccolta di scritti, pensieri e piccole folgorazioni, relativi soprattutto al Vasco più recente.

Tralasciando lo sconforto delle prime pagine, con la millesima riproposizione dell’incantatore di serpenti e del tema libero sul tema libero, il libro poi scorre via veloce, lo si legge in 90 minuti esatti e lascia tutto sommato una buona sensazione. Nulla aggiunge alla storia di Vasco, ma è comunque un utile riepilogo di cose già lette, ottimo soprattutto per chi solo recentemente si è avvicinato alla storia del Blasco.

Buone sensazioni, si diceva. Certamente diverse da quelle che si provano nel leggere la nuova stoccata che Rossi riserva a Massimo Poggini, tristemente definito “vecchio anìmico” (?). La trovate su Facebook, tutto nasce da un post scritto ieri sera dal giornalista di Max e relativo all’uscita del nuovo live di Vasco. Come sempre, ognuno si faccia la sua opinione. Per quel poco che conta la mia, massimo rispetto per Poggini.

Per leggere il post di Poggini cliccare qui: Blog Max

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

mercoledì 7 dicembre 2011

Anteprime, cd, dvd, itunes e il Gallo a Serra Riccò

Stamattina Vasco ha pubblicato su Youtube un video di 28’ minuti con le prime due canzoni di un concerto di San Siro. Ripetute tre volte, forse a beneficio dei più distratti. Con l’ennesima frecciatina rivolta a Ligabue e chi sperava che la polemica fosse finalmente finita, ancora una volta è rimasto deluso.

Domani sera, intanto, come già abbiamo scritto qualche giorno fa, Rds trasmetterà a partire dalle 22 dieci canzoni registrate durante l’ultimo tour di Vasco. E da venerdì su iTunes saranno in vendita 12 canzoni live (più l'intro), acquistabili sia come cd a sé (Live Kom 011 Ep), sia insieme al disco “Vivere o niente”. In entrambi i casi insieme alle canzoni ci sarà anche un digital booklet fotografico con le immagini live dei concerti.

Questa la tracklist: Intro, Sei pazza di me, Non sei quella che eri, Starò meglio di così, Giocala, Dici che, Vivere o niente, Manifesto futurista della nuova umanità, Non l'hai mica capito, Eh...già, Canzone, Vivere non è facile, Tango della gelosia (acustica).

Uno dei protagonisti dell’ultimo tour di Vasco, Claudio Golinelli, meglio conosciuto come il Gallo, sarà venerdì sera al New Bulldog di Serra Riccò, in concerto insieme ai Tropico del Blasco. Durante la serata verrà ricordato anche Marco Simoncelli, lo sfortunato motociclista, recentemente scomparso, fan di Vasco ed amico personale del Gallo.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

domenica 4 dicembre 2011

Vasco Live Kom 011, giovedì sera un’ora su Rds: in arrivo il cd del live?

Giovedì sera, dalle 22 alle 23, Rds trasmetterà dieci canzoni registrate durante l’ultimo tour di Vasco. Una notizia che si arricchisce di un’ulteriore curiosità: mandando un sms gli ascoltatori potranno infatti vincere una copia del cd “Vasco Live Kom 011”. A questo punto è lecito pensare che sia in uscita un cd live dell’ultimo tour?

Queste le dieci canzoni che saranno trasmesse da Rds: Eh… già, Vivere non è facile, Manifesto futurista della nuova umanità, Sei pazza di me, Non sei quella che eri, Non l’hai mica capito, Vivere o niente, Starò meglio di così, Giocala e Dici che.

Per maggiori informazioni cliccare qui: Rds

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

giovedì 1 dicembre 2011

Stammi vicino: ecco il video

Ieri Vasco annunciava di aver scritto insieme a Curreri una nuova canzone per Patty Pravo che potrebbe partecipare al prossimo Festival di Sanremo. Aggiungendo che lei non lo sa ancora. Sarebbe bello, ora che lo sa, sapere cosa ne pensa, viste anche le cose poco carine che ebbe modo di dire alcuni anni fa in particolare contro Curreri. Tralasciamo.

Oggi invece è il giorno dell’uscita del video di Stammi vicino: un video interamente centrato su Stef Burns, che (lo ricordiamo per i più distratti) è l’autore, insieme a Peppino D’Agostino, della musica del pezzo. Sembra quasi, questo video, un regalo che Vasco ha voluto fare al suo amico chitarrista. Non trovate?



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

martedì 29 novembre 2011

Alan Taylor e il giallo Albachiara

Mi portò per la prima volta a Londra, per fare il “mastering” dell’album nel mitico studio di Abbey Road. In seguito ci siamo persi di vista ma non ho mai dimenticato la sua flemma inglese e il suo carattere dolce e silenzioso. Le mie condoglianze alla sua famiglia”. Con queste parole oggi Vasco ha ricordato su Facebook Alan Taylor, collaboratore della prima ora, purtroppo scomparso domenica a Bologna. Oggi a Casalecchio di Reno è stato celebrato il funerale.

Resta da capire perché Albachiara risulti co-firmata da Taylor. Oggi Vasco scrive: “Fu il produttore del primo album, arrangiato da Gaetano Curreri. Gli feci firmare la metà dei diritti d’autore di tutto l’album, in cambio della sua “Martin”… Perciò figura co-autore di Albachiara anche se la musica e il testo sono miei”.

Qualcosa non quadra. Intanto perché Albachiara, ovviamente, fa parte del secondo disco di Vasco. E poi perché Alan Taylor non è stato il produttore solo del primo disco di Rossi, ma anche del secondo e del terzo. Io qui mi fermo, se c’è qualcuno più esperto di me che può raccontare realmente come andarono le cose, si faccia avanti.

Nel 1969 Alan Taylor partecipò insieme ai Casuals al Festival di Sanremo con la canzone “Alla fine della strada”. Ecco il video:


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

E’ morto Alan Taylor

E’ un nome che forse a molti fans, soprattutto i più giovani, dirà poco, ma che ha avuto un ruolo importante nella storia di Vasco. A Bologna si è spento Alan Taylor, produttore dei primi tre dischi di Vasco. Aveva 64 anni.

Viene ricordato soprattutto per aver firmato insieme a Rossi Albachiara, anche se la storia di questa partecipazione alla stesura del pezzo è sempre stata piuttosto controversa. Albachiara, è cosa è nota, nasce da una melodia di Massimo Riva, poi ripresa e completata da Vasco. Ed è anche cosa nota che Rossi abbia ceduto alcuni diritti d’autore a Taylor in cambio di una chitarra Martin acustica.

Prima di lavorare con il Blasco, Taylor suonò con la band “The Casuals” ed ebbe anche una collaborazione con Gino Paoli.

Per maggiori dettagli cliccare qui: Il Resto del Carlino

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

giovedì 24 novembre 2011

Anima fragile o anime in plexiglass?

E dopo mesi di attesa, Ligabue ha risposto a Vasco. Lo ha fatto nel corso della puntata di ieri sera delle Iene, sollecitato dalle domande dell’intervistatrice. Di seguito il botta e risposta relativo a Rossi. Più sotto il link per vedere l’intervista completa, si parla di Vasco intorno al minuto 3’ e 20’’.

Perché Vasco ti punzecchia?

Ecco, questo andrebbe chiesto a lui.

E tu perché non gli rispondi?

Beh, intanto perché le cazzate che ha detto su di me si commentano da sole. E poi le cose che ha detto in quel periodo le ha dette in un momento in cui confessava anche un disagio psichico di cui stava soffrendo e quindi ho voluto rispettare anche quel suo momento.


Nella speranza che quanto detto ieri sera da Ligabue chiuda definitivamente questa insensata polemica, ricordiamo che oggi è uscito in tutte le librerie “La versione di Vasco”. Confesso di non avere ancora avuto il tempo di leggerlo e quindi ne parlerò più diffusamente magari in un’altra occasione. Con un certo orgoglio però rivendico quanto scritto lo scorso 18 ottobre, quando ipotizzavamo che la definizione “autobiografia” per il libro in questione forse non sarebbe stata la più appropriata. Ad un mese di distanza, con il libro sugli scaffali, possiamo dire di avere seminato un dubbio non campato per aria?

Mercoledì prossimo uscirà invece “Vasco Live Kom 011 3D”, il primo fotolibro in 3D dedicato al Blasco. E per l’occasione il fan club ha organizzato un’anteprima per i propri iscritti: l’appuntamento è per martedì prossimo a Milano presso l’Upim Pop di Corso Buenos Aires 21, dalle 16.30 alle 19.30. I primi cento che acquisteranno il libro riceveranno una copia autografata da Vasco. Il fan club comunica inoltre che nel corso del pomeriggio la redazione rivelerà alcune anticipazioni relative al 2012.

Per vedere l’intervista di Ligabue cliccare qui: Le Iene

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

mercoledì 23 novembre 2011

Stef Burns suona in ricordo di Freddie Mercury

Domani esce in tutte le librerie “La versione di Vasco”, la prima autobiografia del Blasco. Prezzo 14 euro e ricavato alla comunità di Don Ciotti. Riparleremo del libro dopo averlo letto, anche se le anticipazioni finora pubblicate non promettono granché di buono. E nemmeno qualche boatos arrivato via internet lascia presagire cose particolarmente interessanti.

Ma domani ricorre anche il ventesimo anniversario della morte di Freddie Mercury. Tra i vari eventi organizzati per ricordare la voce dei Queen, segnaliamo il concerto in programma sabato sera all’Alcatraz di Milano: sul palco la tribute band dei Queenmania affiancata da altri artisti, fra i quali Irene Forniciari, Tullio De Piscopo e Stef Burns. Per il chitarrista californiano si tratta, fra l’altro, di un ritorno all’Alcatraz, dove aveva suonato proprio con Rossi il 29 aprile 1999, in un concerto riservato ai soci del fan club di Vasco in vista dell’esibizione del 1° maggio a Roma.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

sabato 19 novembre 2011

Il ritorno di Vasco Crozza

Voglio una vita spericolata perché… vado all’inferno… e non incontro Liga”. Straordinario Crozza, per me il numero uno. Ieri sera è tornato a riproporre un “clippino” di Vasco. Un ritorno in grande stile. "Perché il finale… te lo decide la vita".

p.s.: ringrazio Maurizio e Andrea per avermi segnalato che Vivendi non controlla Vodafone. Rettifico dunque pubblicato quanto pubblicato alcuni giorni fa, prendendo spunto da un lungo articolo letto sul Secolo XIX. Vatti a fidare del Secolo.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

martedì 15 novembre 2011

Il ritorno di Simone, ora anche scrittore

Vi ricordate di Simone? Prodotto da Enrico Rovelli, incide per Bollicine, nel 2004 va a Sanremo, partecipa a Music Farm, apre a più riprese i concerti di Vasco… Da qualche giorno la sua carriera ha però conosciuto una svolta: non più solo cantante, ma anche scrittore.

Nelle librerie si trova infatti il suo primo libro, “Confessioni… di un pazzo”. Edito da Rupe Mutevole, costa 10 euro. Per presentare la nuova iniziativa, Simone ha concesso una lunga intervista a tgcom, nella quale spiega la genesi del libro, ma racconta anche gli ultimi anni della sua vita.

Per leggere l’intervista cliccare qui: tgcom

Il booktrailer di “Confessioni di un pazzo”:


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

sabato 12 novembre 2011

Vasco & Vodafone, forse era proprio destino

Ricorderete sicuramente, era l’estate del 2004, il martellante spot della Vodafone che aveva come accompagnamento musicale la canzone di VascoCome stai”. Uno spot d’autore, firmato da Gabriele Muccino.

Sono passati sette anni e le strade di Vasco e Vodafone tornano ora ad incrociarsi ed in modo anche più intenso rispetto al 2004. E’ di ieri infatti la notizia che la casa discografica Universal ha comprato la Emi. Casa discografica, quest’ultima, che ha sotto contratto artisti di fama mondiale di oggi e di ieri (Beatles, Coldplay e Kate Perry per citarne alcuni) e che, in Italia, ha tra i suoi alfieri proprio Vasco. Universal è controllata al 100% dal gruppo francese Vivendi. Società, quest’ultima, che controlla interamente anche Vodafone, colosso mondiale della telefonia. Ed ecco che il cerchio si chiude.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

domenica 6 novembre 2011

Alla faccia dell’inflazione

Costerà 30 euro rinnovare l’abbonamento al Blasco Fan Club. Rispetto ai 23 euro dello scorso anno, l’aumento secco è di oltre il 30%. Cosa giustifichi questo aumento è un mistero.

Ma vediamo cosa promette il fan club per il 2012: un gadget in edizione limitata (senza specificare quale, né se almeno sono compresi i costi di spedizione), la partecipazione a concorsi e iniziative (senza specificare quali), la tessera con QrCode personale, l’accesso all’area riservata del sito ufficiale, l’invito all’eventuale data zero (sino ad esaurimento posti), l’invito all’eventuale raduno ufficiale del Blasco Fan Club.

Non so voi, ma io credo che, dopo quindici anni ininterrotti di onorata militanza, quest’anno i miei 30 euro per l’iscrizione saranno a loro volta eventuali.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

giovedì 3 novembre 2011

Terremoto a Zocca, terremoto nelle radio?

C’è stato il terremoto ieri a Zocca. Erano le 16.41 quando la terra ha tremato. La scossa, di magnitudo 2, ha avuto il suo epicentro nell’Appennino Modenese, ad oltre 22 chilometri di profondità, a meno di dieci chilometri da Zocca. Chissà se Vasco era in zona e si è accorto di qualcosa. Altre due scosse, in serata, sono state registrate nell’Appennino Bolognese, ma in questo caso decisamente più distanti dal paese natale del Blasco.

Intanto, oggi sul suo canale di Youtube e sul suo profilo Facebook, Vasco ha pubblicato un video “artigianale” (peraltro una bella galleria fotografica) di “Stammi vicino”. E’ interessante quanto Rossi ha poi scritto a commento: “In attesa del video ufficiale che stiamo girando in questi giorni… dovete accontentarvi di questo… fatto in casa”.

Qualche giorno fa annunciavamo la probabile uscita di un nuovo singolo. Sarà dunque “Stammi vicino”? Sarebbe una scelta, se confermata, davvero sorprendente. Al di là dei gusti personali (a mio avviso ci sono diverse canzoni nel disco decisamente migliori), credo che sarebbe la prima volta in assoluto che viene lanciata come singolo una canzone che non ha fatto parte della scaletta del tour successivo all’uscita di un album. Che avesse ragione l’ispettore Palombo?



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

mercoledì 2 novembre 2011

Cosa succede in città

Scopro casualmente l’esistenza di un nuovo libro che riguarda, sia pure indirettamente, Vasco. Si intitola “Cosa succede in città”, è stato scritto da Massimiliano Santarossa e la casa editrice è Dalai.

La storia è quella di quattro ragazzini alla scoperta del mondo, la cui vita viene sconvolta dall’arrivo in città di Vasco Rossi.

Secondo quanto riporta ilfriuli.it la prima tiratura del romanzo è già andata esaurita e presto sarà pronta la ristampa destinata a tutte le librerie d’Italia.

Per saperne di più cliccare qui: ilfriuli.it

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

martedì 1 novembre 2011

Nuovo singolo in arrivo?

Gira voce, ma il condizionale è d’obbligo, che a giorni potrebbe uscire un nuovo singolo estratto da “Vivere o niente”. Sarebbe il terzo dopo “Eh…già” e “Manifesto futurista della nuova umanità”. Nella programmazione radiofonica il nuovo singolo prenderebbe il posto de “I soliti”, l’inedito lanciato a sorpresa da Vasco alla vigilia dell’anteprima del docu-film “Questa storia qua”.

Ammesso che la voce sia vera, quale potrebbe essere la canzone prescelta? Credo che la scelta possa essere ristretta a tre, quattro pezzi al massimo. In prima fila ovviamente c’è “Vivere o niente”, title track e, ma questo è un mio parere personale, canzone più bella dell’album. Non si può certo escludere ovviamente l’altro pezzo forte del disco, quella “Vivere non è facile” che Vasco sembra amare molto: ricorderete che il Blasco anticipò la canzone via web qualche giorno prima dell’uscita ufficiale del disco e ricorderete anche che il pezzo, nella scaletta dell’ultimo concerto, era in una posizione più da “grande classico” che non da canzone dell’ultimo album. C’è poi “Dici che”, che già alla vigilia dell’estate molti prevedevano come singolo e che potrebbe molto piacere al pubblico femminile. Infine, come soluzione a sorpresa, potrebbe spuntare fuori “L’aquilone”, canzone che mese dopo mese ha conquistato molti consensi tra i fans.

Difficile immaginare invece che la scelta possa ricadere su una delle altre sette canzoni del disco. Anche se, come dicevano Eraclito e l’ispettore Palombo, “chi non si aspetta l’inaspettato, non troverà la verità”.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

lunedì 31 ottobre 2011

La Pizzeria Verdi A Tutto Vasco per gli alluvionati

E’ un gesto di solidarietà importante quello pensato dalla Pizzeria Verdi A Tutto Vasco a favore della popolazione dello spezzino e della Lunigiana così duramente colpita dagli eventi alluvionali della settimana scorsa. A partire da stasera e fino a sabato prossimo, infatti, tutti i soldi ricavati dalla voce “coperto” saranno devoluti, tramite Mediafriends, a questo lembo di terra al confine tra Liguria e Toscana. Una popolazione in ginocchio, a due passi da Chiavari, che indubbiamente merita una mano.

Da stasera, dunque, c’è un motivo in più per passare una serata in Pizzeria: gustare un’ottima pizza e dare un piccolo aiuto a chi è in una situazione di bisogno.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

domenica 30 ottobre 2011

E’ domenica, facciamoci due risate

Straordinaria reazione di un fan la prima volta che vede il video di “Eh…già”:


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

venerdì 28 ottobre 2011

Un ardito accostamento tra Vasco e Mahler

Capita talora, sfogliando un quotidiano, di imbattersi in articoli o editoriali alquanto curiosi. Oggi, ad esempio, La Stampa pubblica a pagina 42, nella rubrica “L’editoriale dei lettori”, la lettera di un 47enne cardiologo di Bologna, Gabriele Bronzetti, il quale azzarda un ardito (ma anche simpatico) accostamento tra Vasco e Gustav Mahler. Una lettera intitolata "Vasco, Mahler e il Roxy Bar", ma che poteva anche tranquillamente intitolarsi "Io sto Mahler".

Una lettera, va detto, che solo un cardiologo avrebbe potuto scrivere. Perché il punto di partenza è proprio quell’endocardite che, qualche giorno fa, Vasco ha confessato di avere combattuto nella clinica Villalba di Bologna. La stessa malattia che fu fatale, esattamente cent’anni fa, al grande musicista boemo. Lo spunto di partenza offre poi al cardiologo il pretesto per lanciarsi in parallelismi musicali (e testuali) tra le canzoni di Vasco e le sinfonie di Mahler che in pochi, credo, avrebbero mai potuto immaginare.

La parte più bella però è quella finale, che riporto integralmente: “Io continuerò ad ascoltare valvole mitrali con il mio stetoscopio. Sarei felice se dopo questa lettera anche solo un giovanotto Vascopatico mette su un mp3 di Mahler, e un solo canuto Mahlerofilo sentisse per un volta il Blasco”.

D’accordo, dottor Bronzetti, l’accontentiamo. Grazie a Youtube, clicchiamo play e ci immergiamo tutti quanti nella musica del Maestro boemo. Per la cronaca, ci sono pure le ballerine che tanto piacciono a Rossi.

Per leggera la lettera integrale cliccare qui: La Stampa



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

giovedì 27 ottobre 2011

La classe operaia non va più in paradiso

C’è una fabbrica, che si chiama IMS (International Media Service) ed ha sede a Caronno Perusella (VA), i cui lavoratori (80 operai e 50 impiegati) vedono fortemente a rischio il loro posto di lavoro.

I proprietari, nelle scorse settimane, hanno chiesto la messa in liquidazione dell’azienda. E poiché la IMS produce cd e dvd, tra i quali anche quelli di Vasco, hanno pensato di rivolgersi proprio a Rossi nella speranza di un suo intervento. O chissà, magari di una visita presso lo stabilimento presidiato dai lavoratori. Lo hanno fatto prima con una lettera e poi recandosi, una delegazione ovviamente, a Zocca, nella speranza di incontrare direttamente Vasco. Il Blasco però non c’era e così i lavoratori si sono dovuti accontentare di appendere davanti alla sua villa un volantino ed una fotografia dei 132 dipendenti da giorni in presidio permanente.

E’ andata che alla fine Vasco ha scritto ai lavoratori. E lo ha fatto alla sua maniera, esprimendo solidarietà, ma senza regalare loro false illusioni. Forse, chissà, i lavoratori speravano in un intervento diverso. Che magari regalasse loro un barlume di speranza. Nelle parole di Rossi c’è invece solo l’amara consapevolezza che, per una fabbrica che produce supporti musicali, andare avanti sarà sempre più dura. “Sono vicino agli operai – scrive Vascoma io non ci posso fare niente e loro hanno bisogno di lavoro! I dischi non si vendono più. E gli operai vengono licenziati”.

Per leggera la lettera di Vasco cliccare qui: Il Giorno

Oggi intanto è stato celebrato il funerale di Marco Simoncelli, lo sfortunato motociclista morto domenica scorsa. Come sicuramente già saprete, al termine della cerimonia nell’aria sono risuonate le note di Siamo solo noi:



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

venerdì 21 ottobre 2011

Vasco shock: ho lottato contro endocardite e polmonite

Ha scelto il microfono di un’amica, Milena Gabanelli, per spiegare quelli che sono stati i suoi veri problemi di salute. E dire che, all’inizio, si parlava solo di una “costola rotta”.

Dice Vasco: “Ho avuto tre malattie pesanti. L’infezione pesante che mi ha colpito polmoni e cuore. La valvola del cuore si era riempita di bacilli, ho rischiato di fare l’operazione per sostituire la valvola, poi li abbiamo uccisi e adesso va bene. E’ una malattia che si chiama endocardite., molti ci lasciano la pelle ma io ho un fisico tale… Poi ad un certo punto mi arriva la polmonite, 40 di febbre mentre ero sotto antibiotici. Erano tutti spaventatissimi…”.

L’intervista sarà trasmessa domenica sera su Rai Tre, in chiusura della prima puntata della nuova serie di Report. Sul sito è però già disponibile un’anteprima.

Per vedere l’anteprima cliccare qui: Report

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

martedì 18 ottobre 2011

Un duetto con Morgan? Se non ti va, ti puoi sempre consolare con una sigaretta elettronica

Come non amarlo? Prima attacca i fan, poi dice che Vasco artisticamente è morto trent’anni fa. Ed ora, alla vigilia di una nuova edizione di X-Factor, che lo vedrà di nuovo tra i giudici, Morgan vuole fumare il calumet della pace con Vasco.

Io vorrei fare un duetto con lui – ha detto durante la presentazione del programma – Gli ospiti non devono fare audience ma portare qualità e lui ultimamente è davvero entrato nel dibattito”. Visto che Vasco, sia pure non lesinando sull’ironia, ha più volte parlato con affetto di Morgan (ricorderete che fu uno dei pochi a difenderlo dopo l’intervista in cui l’ex Bluvertigo ammetteva di usare crack), non ci resta che sperare che il Blasco accetti l’invito. Ne potrebbe uscire un qualcosa di memorabile!

Se poi il duetto non vi piace, consolatevi con una sigaretta elettronica. Perché il merchandising di Rossi si “arricchisce” (si fa per dire) proprio di questo nuovo prodotto: l’e-cigarette Il Blasco, disponibile in pacchetto nero (con nicotina) e rosso/nero (senza nicotina). Al modico costo di 23 euro il pacchetto contiene 4 batterie usa & getta e 4 cartomizzatori. Se ne sentiva il bisogno?


Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.