Ad Menu

giovedì 30 settembre 2010

La sconosciuta infanzia sarda di Vasco

Racconta un periodo della vita di Vasco finora sconosciuto l’articolo pubblicato alcuni giorni fa dal giornale “La Nuova Sardegna”.

Sembra infatti che da bambino Vasco abbia vissuto per un po’ di tempo a Siniscola (nella foto), piccolo centro della provincia di Nuoro. Secondo quanto riporta l’articolo, sarebbe stato lo stesso Vasco a confermare il fatto, in occasione della sua recente trasferta sarda per il concerto di Cagliari. Addirittura, afferma l’articolo, Vasco avrebbe passato “alcuni anni della sua infanzia a Sinoscola”. Il Blasco sarebbe arrivato sull’isola a seguito del padre Carlo, costretto ad una lunga trasferta di lavoro.

Ma c’è di più, perché due giovani di Sinoscola, fans di Vasco, raccontano di essere partiti alla volta di Zocca e di aver trovato conferma del fatto direttamente da mamma Novella. Una vicenda sicuramente affascinante e finora completamente sconosciuta.

Per leggere l’articolo cliccare qui: La Nuova Sardegna

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

mercoledì 29 settembre 2010

E’ uscito! E’ uscito! E’ uscito!

Ne abbiamo parlato più volte, ma ora è finalmente nelle librerie. E’ uscito oggi “Questa sera rock’n’roll. La mia vita tra un assolo e un sogno”, libro imperdibile per ogni fan di Vasco che si rispetti. Si tratta dell’autobiografia che Maurizio Solieri ha scritto insieme a Massimo Poggini.

Oltre 200 pagine, con un’appendice finale nella quale Maurizio elenca i 90 chitarristi che più ha amato, ed un inserto centrale di 24 pagine ricco di bellissime foto. Il libro ripercorre tutta la vita di Solieri, che da 33 anni scorre in parallelo con quella di Vasco. Il quale, a sua volta, omaggia il suo chitarrista ed autore con una breve prefazione nella quale ricorda di essere rimasto allibito la prima volta che ha sentito suonare Maurizio.

Concedetemi, per l’occasione, una piccola parentesi personale: ho avuto l’onore di collaborare alla nascita di questo libro e per questo motivo vengo ringraziato a pagina 217 da Massimo Poggini, che tra l’altro cita anche questo blog. E’ una delle più belle soddisfazioni che abbia mai vissuto ed ovviamente, a mia volta, voglio ringraziare pubblicamente Poggini per l’opportunità che mi è stata concessa.

Chiusa la parentesi, ricordo che il libro sarà presentato pubblicamente da Solieri e Poggini in svariati incontri. Questi gli appuntamenti già fissati:
- Giovedì 30 settembre alle ore 18 alla FNAC di Verona (via Cappello 34)
- Lunedì 4 ottobre alla ore 18 alla FNAC di Milano (via della Palla 2)
- Mercoledì 6 ottobre alle ore 17 libreria Mardì Gras di Bolzano (via Andreas Hofer 4)
- Sabato 16 ottobre alle 17 alla FNAC, c/o centro commerciale I Gigli di Campi Bisenzio (FI)
- Venerdì 22 ottobre alle ore 18 libreria Feltrinelli di Bologna (piazza Ravegnana)
- Giovedì 4 novembre alle ore 21 nella sala del palazzo comunale di Ciriè (To)
- Sabato 6 novembre alle ore 18 libreria La quercia dell’elfo di Vignola (Mo)

Maurizio Solieri si racconta:


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

martedì 28 settembre 2010

Ieri sera a Bologna un Vasco... stupefacente

Flash dal concerto di Bologna di ieri sera.

L’assurda coda per entrare, con le serpentine di ingresso modellate sul disegno dell’intestino tenue. Una buona colpa è anche dell’inciviltà della gente, ma certo un po’ di organizzazione e rispetto per il pubblico non guasterebbero. Pubblico che, lo ricordiamo, paga 50 euro per un biglietto. Che pochini non sono. Prezzi da teatro e trattamento da macello.

Comunque, l’ingresso trionfale nel palazzetto avviene poco prima delle 19.30. L’enorme palazzetto di Casalecchio di Reno. Tempio del basket italiano e, per sei sere, anche del rock tricolore. L’ingresso in gabbia invece avviene a metà di “Un gran bel film”. Che fatica, ma anche questa volta siamo dentro!

La scaletta scorre via veloce. Vasco cambia una frase di “Un gran bel film” come già avvenuto nelle sere precedenti, mentre canta il normale “mi sembri lucida...” in “Io perderò”. Alla batteria vedo per la prima volta Glen Sobel e, per quel poco che capisco di batteria, mi sembra che il suo lavoro lo faccia egregiamente. Rivaluto un po’ l’interludio: lo scorso inverno lo avevo bocciato senza pietà, invece tutto sommato non è malaccio. Vasco, come ormai è abitudine, parla parecchio tra una canzone e l’altra.

Poi arriva il medley. Tra sorprese e delusioni. Accenna la prima frase di “Faccio il militare” e poi spegne l’entusiasmo fermandosi. C’è Sally e poi la splendida “Jenny è pazza”, per me la chicca della serata. Vasco fa anche bene l’arpeggio, che in passato gli aveva dato qualche problemino. Poi riparte con una frase di “Faccio il militare” e di nuovo si blocca. “L’ho già fatta nelle due sere precedenti...”, spiega, e attacca a sorpresa con “Tango della gelosia”. Tutto molto bello, direbbe il buon Bruno Pizzul, non fosse che a metà canzone sbaglia il testo e... si ferma. Così, si ferma, e il Tango finisce lì. Sob. "Dillo alla luna", che bella.

Il medley e il Gallo con la maglia del Bologna. Vasco che confessa di avere avuto una vita stupefacente (ma in precedenza aveva anche detto che sta cercando di smettere di respirare, invece che smettere di fumare) e che si concede l’ormai classica passeggiata a bordo transenna nel bel mezzo di “Albachiara”. Strip finale e luci accese. Canzone post concerto “Go West” dei Pet Shop Boys.

In macchina Abba, Elio e le storie tese e Radio Bruno. Un uomo anziano e solo che in autogrill deve fronteggiare un’orda di fans affamati e bisognosi di un caffè. E nonostante questo non perde il buonumore. Però negli autogrill Fini il caffè te lo fanno pagare anche di notte. Io comunque penso che chi non ha mai mangiato un panino in autogrill nel cuore della notte di ritorno da un concerto, non possa dire di avere davvero vissuto. E per superare i camion quando piove in autostrada, il posto migliore sono le gallerie.

Vasco e la vita stupefacente.


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

domenica 26 settembre 2010

Il ritorno di Vasco a Striscia la Notizia

Tranquilli: questa volta nessun Tapiro. Ma ieri sera Vasco è stato il protagonista di un divertente siparietto a Striscia la Notizia, registrato in occasione del recente concerto di Cagliari.

Il Blasco ha fatto entrare in camerino Cristian Cocco e i Tenorenis, ai quali ha raccontato per l’ennesima volta l’origine sarda di “Vita spericolata”. Ed ovviamente i Tenorenis hanno colto la palla al balzo per proporre a Vasco una loro personale e spassosa versione della canzone. Due minuti divertenti, da vedere.

Per vedere il servizio di Striscia cliccare qui: Striscia la Notizia

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

sabato 25 settembre 2010

Un gran bel film... muto?

Ne abbiamo parlato ieri, ma oggi abbiamo anche la prova video. Studiata lungamente alla moviola, si vede perfettamente come Vasco inizi il concerto di Bologna del 22 settembre con il microfono spento, cantando a solo beneficio di se stesso la splendida “Un gran bel film”. Ci vuole qualche secondo prima che i tecnici si accorgano di quanto sta accadendo e pongano rimedio. Solo allora la voce di Vasco arriverà a tutto il pubblico dal palazzetto.

Incidenti che capitano anche ai migliori, ne ricordiamo d’altronde uno simile anche alla festa della Pizzeria Verdi A Tutto Vasco dello scorso 12 marzo. E’ il bello della diretta e alla fine comunque la musica trionfa. Solo una domanda: ma lo “spegnilo” finale indica il microfono?
(Special thanks to Gloria for the photo)



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

venerdì 24 settembre 2010

Mi prende la pauuuuuraaaa....

E due concerti sono già volati via. Mercoledì e giovedì sera Vasco ha infiammato anche Bologna con la sua musica. Come era da immaginare, non ci sono state grosse novità in scaletta, con l’unica eccezione del medley, dal quale è sparita “Jenny è pazza” (rispolverata a Cagliari) per far posto a “Faccio il militare” e “Ogni volta”.

Anche in occasione dei concerti di Bologna Vasco ha curiosamente cambiato le parole di “Io perderò”, esattamente come avevamo documentato con il post dedicato al concerto di Cagliari di qualche giorno fa. Una curiosità: Vasco ha iniziato il concerto di mercoledì sera con il microfono spento, la sua voce si è iniziata a sentire solo al momento di “Io sono triste però...”.

Infine, novità da Matt Laug, che ha scritto una mail indirizzata a staff e fans: i tempi di recupero si sono allungati, ma sta facendo tutto il possibile per rientrare al più presto nella band.

Il medley: Faccio il militare e Ogni volta


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

giovedì 23 settembre 2010

Uscirà il 29 settembre “Questa sera rock’n’roll”, l’autobiografia di Maurizio Solieri

Con un paio di settimane di ritardo rispetto alla data precedentemente indicata, il 29 settembre uscirà “Questa sera rock’n’roll. La mia vita tra un assolo e un sogno”, l’autobiografia scritta da Maurizio Solieri a quattro mani con Massimo Poggini (nella foto la copertina). Casa editrice Rizzoli, il libro costerà 16,50 euro.

Oltre 200 pagine, di cui 24 di foto, per lo più inedite, e un’appendice nella quale Solieri omaggia i 90 chitarristi che ritiene siano stati fondamentali per affinare la sua tecnica: questi gli ingredienti di un libro che si annuncia assolutamente da non perdere.

Solieri
e Poggini presenteranno “Questa sera rock’n’roll” in giro per l’Italia. Questi gli appuntamenti già fissati:
Giovedì 30 settembre
ore 18 Libreria Fnac di Verona (Via Cappello 34);
Lunedì 4 ottobre
ore 18 Libreria Fnac di Milano (Via della Palla 2);
Mercoledì 6 ottobre
ore 18 Libreria Mardì Gras di Bolzano (Via Andreas Hofer 4);
Sabato 16 ottobre
ore 17 Libreria Fnac c/o centro commerciale “I Gigli” di Campi Bisenzio (Firenze);
Venerdì 22 ottobre
ore 18 Libreria Feltrinelli di Bologna (Piazza Ravegnana).

Di seguito la scheda del libro:

La prima volta che lo sentì metter le mani su una chitarra, Vasco rimase allibito, e lo ricorda come fosse oggi. Da quel momento Maurizio Solieri diventò il suo chitarrista. Per risalire a quell’incontro fatale, occorre tornare indietro al 1977 e calarsi nella provincia emiliana. All’epoca Solieri era un ragazzo troppo pazzo per la musica per studiare medicina come avrebbe voluto la sua (buona) famiglia, e Vasco un dj che meditava di incidere un disco, ma “già allora”, rievoca Maurizio, “si capiva che era convinto di arrivare lontano: lo si intuiva anche solo guardandolo in quegli occhi azzurro cielo che, come avrei scoperto in seguito, facevano cadere ai suoi piedi le ragazze”. In questa emozionante autobiografia, Solieri anima dell’entourage di Vasco e autore di alcune sue canzoni, ma anche artista in sé, chitarrista geniale e di spiccata personalità ripercorre la propria storia che coincide con quella del rock italiano degli ultimi decenni. Dagli studi della mitica Punto Radio, dove cominciò la collaborazione con il Blasco, si dipana un percorso ora in discesa ora in salita (“un continuo di soddisfazioni e di schiaffi”) che passa per le ore in sala d’incisione a rifinire futuri inossidabili successi quali Albachiara e Canzone e per i concerti nelle piazze davanti a quattro gatti, per la nascita elettrizzante della Steve Rogers Band e per il flop a Sanremo. Ma è nel 1983, anno di Vita spericolata, che cambiano davvero le cose, con il delirio delle folle, Bollicine primo in classifica e un nuovo stile di vita: “Tutti noi, chi più chi meno, ci riconoscevamo nel motto ‘sesso, droga & rock’n’roll’, magari in una versione un po’ edulcorata all’emiliana”. Da allora seguono la cavalcata gloriosa dei grandi tour, i concerti negli stadi e tanti nuovi successi che tutti abbiamo nell’orecchio. Però anche le due brevi ma sofferte separazioni da Vasco, qualche piccola ripicca, le esperienze artistiche autonome. E il momento più tragico: la morte di Massimo Riva, compagno di sempre sul palco. Luci e ombre di una vita rock”.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

mercoledì 22 settembre 2010

E adesso tocca a… Bologna

Si riparte. Questa sera riprende il tour di Vasco, con il primo dei sei concerti in programma a Bologna. Domani sera ci sarà il bis, le altre quattro tappe lunedì e martedì della prossima settimane e poi il 2 e 3 ottobre. Vasco torna nella sua Emilia, dopo aver registrato proprio a Bologna nel 2008 il dvd de “Il mondo che vorrei tour”. Allora però i concerti erano allo stadio, questa volta siamo al Futurshow Station di Casalecchio di Reno.

I motivi di interesse ovviamente non mancano: si attende il rientro di Matt Laug, probabile ma non ancora ufficiale (e soprattutto non si sa per quale data); si spera in qualche (poco probabile) novità in scaletta; si consultano gli astri per indovinare se Vasco cambierà qualcosa nel medley, dopo aver rispolverato a CagliariJenny è pazza”.

Intanto, mentre il sito ufficiale cambia pelle, questo blog si avvicina al traguardo delle centomila visite. Ci arriveremo probabilmente ad inizio ottobre. Restate sintonizzati, abbiamo preparato una bella sorpresa per voi.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

martedì 21 settembre 2010

Cambia l’official, restyling integrale per vascorossi.net

Siamo il vostro blog. Voi chiedete e noi eseguiamo. Questo post è a grande richiesta, quindi se non vi piace prendetevela con il signor Cisco.

Cambia veste il sito ufficiale di Vasco, che da oggi si presenta con una grafica rinnovata. Accattivante, bella, devo dire che mi piace molto.

Un comunicato di redazione annuncia inoltre che lunedì riprenderanno gli aggiornamenti dell’area riservata ai soci del fans club. La speranza è che l’area venga in futuro costantemente aggiornata con contenuti nuovi ed interessanti. Ultimamente sembrava piuttosto abbandonata e di certo non valeva i 23 euro dell’iscrizione annuale.

Infine, una nota su Matt Laug: secondo quanto riporta il sito ufficiale è alle prese con un’infiammazione muscolare e sta meglio. Rientrerà nella band, ma ancora non si sa per quale data.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Io perderò... piccola variazione lessicale

Licenza poetica? Improvviso estro artistico-creativo? Folgorante illuminazione? Scegliete la risposta che più vi piace, fatto sta che Vasco a Cagliari ha cambiato il testo di “Io perderò”.

Guardate il video, accendete le casse ed ascoltate con attenzione cosa dice Rossi intorno al 45° secondo... E cercate di non ridere, please.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

lunedì 20 settembre 2010

Tour e pizzeria, che bel periodo!

Subito una buona notizia: questa sera riapre la Pizzeria Verdi A Tutto Vasco. Entusiasmo alle stelle, buongustai in delirio, e finalmente da questa sera si torna a mangiare una pizza come si deve.

Riapertura che coincide con la ripresa del tour di Vasco. Sabato sera c’è stata la prima data a Cagliari, a partire da mercoledì il Blasco sarà a Bologna, dove sono in programma sei concerti al Futurshow Station di Casalecchio di Reno. C’è curiosità per vedere se la scaletta subirà qualche mutamento o resterà quella di Cagliari. E c’è anche curiosità per l’eventuale ritorno di Matt Laug, possibile, ma non certo. L’esordio di Glen Sobel è stato comunque accolto da commenti favorevoli e quindi nell’attesa del ritorno di Matt, la batteria è in buone mani.

Il medley, da Una canzone per te a Occhi blu:


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

domenica 19 settembre 2010

Scaletta invariata, entusiasmo per la ripresa del tour a Cagliari

Grande entusiasmo e pubblico in delirio ieri sera a Cagliari per la ripresa del tour di Vasco. Come era già emerso durante le prove, non ci sono state novità in scaletta. Il concerto si è aperto con “Un gran bel film” e poi è continuato seguendo il copione delle ultime date italiane dello scorso aprile. Al momento del medley, Vasco ha scherzosamente accennato Colpa d’Alfredo, per poi suonare Sally, Jenny è pazza e Dillo alla luna. Il medley quindi è continuato con Incredibile romantica, Una canzone per te e tutti gli altri pezzi fino a Senza parole, abbandonando dunque la versione short delle date europee.

Alla batteria ha debuttato Glen Sobel: in pochi giorni ha imparato tutti i pezzi e sul palco si è subito integrato con il resto della band. Proprio la sostituzione dell’ultima ora del batterista è stata il motivo per cui la scaletta del concerto è rimasta invariata. Sembra infatti che Vasco avesse intenzione di inserire “La fine del millennio” ed anche un inedito nei concerti autunnali. A Cagliari non è successo, chissà che qualche sorpresa non arrivi per i concerti di Bologna, Bolzano o Firenze.

In mezzo al pubblico grazie a Youtube, ecco Un senso:


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

sabato 18 settembre 2010

Ormai ci siamo, questa sera riparte il tour

Il momento è arrivato. Ormai ci siamo, questa sera da Cagliari riparte il tour di Vasco. Mancano poche ore all’esplodere della musica, ricordiamo che la data di Cagliari sarà l’unica all’aperto di tutto il tour, che proseguirà poi a Bologna, Bolzano e Firenze.

Si sperava in qualche novità in scaletta, dopo la lunga pausa estiva, ed invece sembra che tutto resterà invariato. Salvo sorprese, sempre possibili, dell’ultima ora. C’era qualche preoccupazione per il meteo, ma le previsioni per questa sera danno su Cagliari cielo sereno e temperature tra i 20 e i 23 gradi. Buon concerto, a chi ci sarà!

Anima fragile dalle prove di giovedì sera:


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

venerdì 17 settembre 2010

Vasco a Cagliari, dieci minuti di intervista a Videolina

La giornalista mi sembra bravissima. Sarà forse per questo motivo che Vasco a Cagliari, tra una prova e l’altra, ha trovato il tempo per concedere una lunga intervista a Videolina. Non che dica nulla di rivoluzionario, ma sicuramente un’intervista piacevole.

Intanto, se avete voglia di fare un giro su Youtube, potete trovare alcuni video molto belli delle prove di questi giorni. Per l’intervista, invece, basta che cliccate play... qui sotto! La giornalista, va detto, è bravissima.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

giovedì 16 settembre 2010

Il punto della situazione

Mancano due giorni alla ripresa del tour di Vasco. Sabato sera ci sarà il concerto di Cagliari e il capoluogo sardo si appresta ad accogliere in grande stile il Blasco e i suoi fans.

Oggi la pagina regionale dell’Ansa ha pubblicato questa news che riportiamo integralmente: «La tappa di Vasco Rossi alla Fiera di Cagliari e' un evento musicale ma anche turistico: il capoluogo sabato si prepara ad accogliere trentamila fans. Cosi' Cagliari vedra' i centri culturali aperti sino alle 21 e prevede anche spettacoli nel centro storico. L'iniziativa, "Cagliari citta' aperta con Vasco in concerto", e' del Comune e della Scuola civica di musica. Gli appuntamenti inizieranno dal primo pomeriggio: dalla poesia alla musica, dal teatro di strada ai balli folk, alle degustazioni sino al gran finale con fuochi d'artificio dalla Terrazza del Bastione di Saint Remy».

Intanto, da qualche giorno sono iniziate le prove. Come abbiamo già detto c’è un batterista nuovo, Glen Sobel, che sostituisce l’infortunato Matt Laug alle prese con problemi muscolari. La speranza è che il bravo Matt possa rientrare nella band a Bologna, sicuramente non sarà sul palco a Cagliari.

Indiscrezioni finora ne arrivano poche, da quello che si riesce a leggere qua e là su internet non si hanno notizie di novità in scaletta, ma è ancora presto per dire l’ultima parola. Oggi il sito ufficiale ha pubblicato qualche foto da Cagliari (in parte in home page, in parte nell’area riservata), dove si vedono i musicisti in azione ed un Vasco visibilmente sempre più asciutto ed in grande forma. Speriamo, prima di sabato, di riuscire a scrivere qualche notizia più certa circa la scaletta, anche se la sensazione è che resterà invariata o quasi.

Mentre Vasco si appresta a tornare sul palco, continua però a far discutere il post dedicato a Ligabue che Rossi ha pubblicato qualche giorno fa sul suo profilo Facebook. Ora dice la sua sul tema anche Massimo Poggini, ovviamente sul blog che tiene sul sito di Max. Una lettura sicuramente interessante.

Per leggere il post di Poggini cliccare qui: Blog Max

Tanto per entrare un po’ in clima concerto:


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

martedì 14 settembre 2010

Alla batteria: Glen Sobel

Come avevamo anticipato ieri, Matt Laug esce momentaneamente dalla band. Salterà il concerto di Cagliari, ma potrebbe già rientrare per le tappe bolognesi del tour.

Oggi la notizia è stata ufficializzata con poche righe pubblicate da Vasco sul suo profilo Facebook: “Matt Laugh non sta bene. Sta facendo delle analisi e speriamo che non sia nulla di grave ma non è potuto partire. Ci auguriamo che la faccenda si risolva al più presto e bene per lui. Ma per mantenere fede agli impegni dei concerti (soprattutto al primo di Cagliari al quale tengo particolarmente perché amo la Sardegna) è stato scelto un “sostituto” Glen Sobel...e stiamo facendo turni doppi e tripli di prove per essere pronti entro sabato e non deludere le vostre aspettative”.

Una decisione presa all’ultimo minuto. Sulla sua pagina di Facebook, Glen rivela di essere stato chiamato per sostituire Matt solo a metà della scorsa settimana. Sabato scriveva: “Domani volerò in Italia per sostituire il mio amico Matt Laug nel concerto di Vasco Rossi per una settimana”.

Si tratta di un batterista versatile, con esperienze rock, hip hop, pop, metal, punk e fusion.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

E ora abbiamo pure la mascherina per i concerti

Arriva in commercio una nuova maglietta di Vasco, la maglietta di “Ho fatto un sogno”. In vendita nei negozi di musica e nelle bancarelle del merchandising ai concerti, il prezzo consigliato è di 20 euro.

Fin qui niente di strano, di magliette ne sono uscite a decine in passato, di Vasco, come di tutti (o quasi) gli artisti di questo mondo. La novità però è un’altra: chi acquisterà la t-shirt, avrà infatti anche “una mascherina da ritagliare e indossare ai concerti”.

Data la notizia, pongo una domanda: ma perché dovrei indossare una mascherina ai concerti?

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

lunedì 13 settembre 2010

Breaking news: a Cagliari non ci sarà Matt Laug?

Potrebbe per una data cambiare il batterista di Vasco. Da Cagliari arriva infatti la notizia dell'assenza di Matt Laug, impossibilitato a raggiungere l'isola per motivi personali.

Secondo quanto si apprende da fonti vicine all'entourage del Blasco, Matt potrebbe fare il suo rientro nella band solo in occasione dei concerti di Bologna. Il condizionale è d'obbligo, ovviamente, e non si può nemmeno escludere che a sorpresa Laug appaia sabato sera sul palco di Cagliari.

Al momento ha raggiunto Vasco in Sardegna per le prove un nuovo batterista, del quale non siamo ancora in grado di dirvi il nome. Prove che avranno luogo in questi giorni alla Fiera, nella stessa location del concerto.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

domenica 12 settembre 2010

Massimo Poggini racconta il concerto di Lucio Battisti a Lavagna

L’aggancio con Vasco questa volta è labile, ma il post che qualche giorno fa Massimo Poggini ha scritto sul blog di Max dedicato al concerto che Lucio Battisti tenne nel 1969 a Lavagna è troppo bello per non essere sottolineato. E poi Poggini ha scritto il più bel libro della storia su Vasco, il quale ha sempre dichiarato il suo amore per Battisti, coverizzandolo pure tre volte, quindi insomma, un aggancio, c’è. Senza sottilizzare troppo. Poi io vivo a Lavagna, quindi è cosa buona e giusta. L’invito, ovviamente, è alla lettura.

Per leggere il post di Poggini cliccare qui: Blog Max

Ma il Battisti post Mogol è tutto da buttare?


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

venerdì 10 settembre 2010

Fabrizio Palermo, vocal coach di X Factor

Il 28 luglio del 2009 dedicavamo un post a Fabrizio Palermo. Per spiegare perché e per come la figura di questo bravo musicista fosse legata a quella di Vasco.

Sorpresa delle sorprese, il buon Fabrizio scopro ora essere uno dei vocal coach della nuova edizione di X Factor. Insieme all’inseparabile Enrico Ruggeri, si occupa dei gruppi vocali. Compito improbo, gli è capitato la categoria sicuramente più difficile e meno stimolante. Lavorare con i Kymera non deve essere certo facile. E comunque Nevruz rules.

Per rileggere il post del 28 luglio 2009 cliccare qui: Fabrizio Palermo

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

mercoledì 8 settembre 2010

Salvate il soldato Vasco

Facebook si è impadronito di Vasco. Ormai è così, non passa giorno senza che Rossi non pubblichi qualcosa sulla sua pagina ufficiale. Cose a volte belle, altre francamente imbarazzanti.

Oggi, ad esempio, ha pubblicato una frase di una futura canzone: “ho fatto un patto sai / con le mie emozioni / le lascio vivere / e loro non mi fanno fuori!”. Una frase in pieno stile Vasco, aspettiamo di sentire la canzone, ma non mi sembra affatto male.

Ancora di più mi piaceva la frase pubblicata ieri (poi rilanciata anche sull’ufficiale), e chissà se anche questa farà parte di una nuova canzone: “sai... / essere liberi / costa soltanto / qualche rimpianto”.

Fin qui tutto bene. Quello che invece non mi è piaciuto affatto è il commento riportato da una fan e rilanciato da Vasco, di un partecipante ad un concerto di Ligabue: “La differenza tra lui e Vasco è enorme. Liga ormai se la tira in modo clamoroso, non ha più la genuina rabbia, l’impeto vibrante e l’avvolgente poeticità di Rossi. Passeggia sul palco beandosi del popolo ai suoi piedi. Vasco invece è il popolo!!!”.

Non voglio entrare nel merito di questa considerazione. E nemmeno contestare il diritto di un fan a fare confronti tra il suo beniamino e gli altri artisti. Siamo il paese di Coppi e Bartali, ed in qualche modo dobbiamo sempre dividerci. Quello che invece trovo triste è che un artista come Vasco Rossi riprenda sulla sua pagina ufficiale di Facebook una frase simile. Una caduta di stile che Vasco si poteva e doveva evitare. Salvate il soldato Vasco.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

martedì 7 settembre 2010

La compagnia di Paolo Limiti, la compagnia di Mina

Inguaribilmente retrò, ma preparato come pochi, Paolo Limiti è uno di quei personaggi che entrano ed escono dalla nostra televisione sempre lasciando un segno. Purtroppo per lui, ultimamente è più uscito che entrato, e questo secondo me non è un bel segnale.

Comunque, la settimana scorsa su Rai Due è andato in onda “Minissima 2010”, nel corso della quale l’ormai consueta corte di Limiti si è cimentata in una nuova versione de “La compagnia”. Eccola:



E visto che in passato avevamo già proposto le versioni di Marisa Sannia, Lucio Battisti ed ovviamente Vasco, oggi presentiamo anche quella di Mina. Risale al 1988 ed era contenuta nell’album “Ridi pagliaccio”:



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

sabato 4 settembre 2010

Delta del Po: è questa la verità?

Abbiamo dato ieri notizia, riprendendola da “Il Resto del Carlino”, di un nuovo possibile video di Vasco girato nel Parco del Delta del Po.

Oggi, la lettera di un lettore del quotidiano online “estense.com” getta una nuova luce su tutta la vicenda. Si tratterebbe infatti di un documentario di pochi minuti commissionato dal Parco Delta del Po, che avrebbe scelto Vasco come testimonial. Secondo il lettore, il Parco avrebbe stanziato 25.000 euro per l’operazione e Rossi non si sarebbe recato a Ferrara per girare, ma sarebbe rimasto dalle parti di Bologna.

Realtà o fantasia?

Per leggere la lettera cliccare qui: estense.com

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

venerdì 3 settembre 2010

Un video nel Parco del Delta del Po?

I contorni della notizia non sono per niente chiari, ma l’articolo pubblicato oggi sul sito de “Il Resto del Carlino” è davvero curioso. Si sostiene infatti che il Parco del Delta del Po sarebbe stato scelto come location per un nuovo video di Vasco.

Di che video si parla? Secondo quanto scrive Paola Vancinipare si tratti di un prodotto editoriale di grande rilevanza per la regia di Stefano Salvati”. Secondo quanto riportato nell’articolo il lavoro è già iniziato: “le riprese sono state numerose ed hanno interessato diverse aree del territorio deltizio”. Ultima chicca: “il prodotto finito dovrebbe uscire a novembre”. Altri dettagli non ce ne sono, per ora il mistero è fitto.

Per leggere l’articolo cliccare qui: Il Resto del Carlino

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

giovedì 2 settembre 2010

Maurizio Solieri: “Ecco i novanta chitarristi della mia vita”

Il numero di Max in edicola (nella foto a fianco la copertina) dedica un curioso servizio a Maurizio Solieri. Al quale vengono messe a disposizione tre pagine per indicare quelli che ritiene essere stati i novanta chitarristi fondamentali per affinare la sua tecnica.

Non si tratta di una classifica, spiega Solieri, i chitarristi sono citati in ordine sparso. Per ognuno c’è anche una breve descrizione. Jimi Hendrix, ad esempio, è “un marziano a sei corde”. Ovviamente ci sono tutti i grande della storia della chitarra. Fra i novanta, c’è anche Stef Burns, definito “la melodia a Benicia, California”. Manca invece Andrea Braido. Gli italiani sono tre: Nico Di Palo (“Hendrix a Genova”), Alberto Radius (“L’antesignano del rock in Italia”) e Franco Mussida (“Il maestro della melodia”). Per saperne di più, non vi resta che andare in edicola.

E già che parliamo di Solieri, ricordiamo che il 15 settembre esce “Questa sera rock’n’roll”, libro scritto a quattro mani dallo stesso Solieri con Massimo Poggini. Casa editrice Rizzoli, oltre duecento pagine, fra le quali ventiquattro di foto inedite. Un libro assolutamente da avere.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

mercoledì 1 settembre 2010

Chiuso per ferie

E’ arrivato. Il momento più triste dell’anno. Mi piange il cuore dovervelo comunicare. Ma purtroppo è un fatto, e non possiamo tacerlo: la Pizzeria Verdi A Tutto Vasco ha chiuso per ferie.

Ieri sera Vito ha sfornato le ultime margherite e poi salutato la compagnia. Lasciando le nostre papille gustative orfane del piacere supremo. Amici lettori, vicini e lontani, rassegnatevi ed in questi giorni evitate di passare da Corso Dante, se non volete essere preda del magone.

E iniziate a contare i giorni: perché le ferie non sono eterne, perché le ferie volano via. Lunedì 20 settembre la Pizzeria riaprirà: i tavoli torneranno a popolarsi, il forno a scaldare, le pizze porteranno un nuovo sorriso agli avventori. Stringiamo i denti ragazzi, ce la faremo.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.