Ad Menu

sabato 14 agosto 2010

Vasco a Repubblica: “Macché evasore, ecco la verità sulle tasse”

Terza ed ultima (si spera) puntata del caso dell’estate: Vasco, lo yacht e le tasse.

Oggi su Repubblica c’è una lunga intervista al Blasco, in cui spiega, chiarisce e dice la sua. E, caso vuole, risponde anche alla domanda che ponevo in coda al post di ieri. Dice Vasco: “Un conto è sbagliare, un conto è fare il furbo. E’ una cosa che mi ha sempre dato fastidio, in questo paese vengono glorificati i furbi, quelli che le tasse non le pagano... Bisognerebbe cambiare la testa della gente e dire chiaramente che quelli che non pagano le tasse sono dei ladri”.

Al di là di come finirà tutta la vicenda, di fronte a parole così chiare, non si può che dire: bravo Vasco!

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

1 Comment:

cisco said...

segnaliamo anche l'adnkronos che chiede scusa al cantante zocchese...che si son sbagliati...

da dire anche che ieri dopo le scuse han pure detto...questo sino al 2008, continuano gli accertamenti..insomma ancora non finisce mi sa!