Ad Menu

martedì 23 febbraio 2010

(per quello che ho da fare) FACCIO IL MILITARE

Mantova, Pesaro, Ancona e Caserta: la prima parte del tour di Vasco ha toccato quattro città con un’unica scaletta.

La seconda parte invece è stata caratterizzata da una scaletta più flessibile. Gli otto concerti di Milano sono iniziati con tre novità: Ho fatto un sogno al posto di Un gran bel film, Sto pensando a te al posto di Ogni volta e Io perderò al posto di Colpa del whisky.

Dalla terza data è entrata nel medley Jenny è pazza, a volte come terzo pezzo da suonare con la chitarra, altre in sostituzione di Dillo alla luna. Con l’unica eccezione del 16 febbraio, quando Jenny è pazza è di nuovo uscita dalla scaletta.

La data più originale è stata però l’ultima, quella di domenica sera: dalla scaletta è infatti sparita Stupido hotel, finora sempre presente, e a grande sorpresa è comparsa Faccio il militare. Vasco ha così cantato ben quattro canzoni accompagnato dalla sola chitarra. Nell’ordine: Sally, Faccio il militare, Jenny è pazza, Dillo alla luna. Poi il medley è proseguito come di consueto.

Ora Vasco si concede un mese abbondante di pausa. Nuove sorprese in vista di Torino? Intanto, godiamoci il video di Faccio il militare.

Per vedere il video cliccare qui: Youtube

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

5 Comments:

cisco said...

caro caro caro....
beati i fortunelli....
ma non demordo..
è il momento di fare riflessioni...cosa ne pensi tu di un vasco così flessibile live?è una vita che la sua scaletta non era così flessibile...molto statica di solito...

Marco Pagliettini said...

Mah, non so, forse l'idea di fare otto concerti di fila tutti uguali lo annoiava. In linea di massima sono ben favorevole a scalette flessibili. Per chi vede più di una data è decisamente meglio. Certo, il rischio è di farsi del nervoso se si becca la "data sbagliata", ma penso che sia un rischio che valga la pena correre. Vale la pena sì.

cisco said...

si giusto eehehe anche se l'etò si fa sentire...la memoria...dovrebbe mangiar un pò di pesce ligure....senti per il 12 prenoti tu?


invece sulle date estere...cosa pensi...essendo che all'estero nonn tutta la discografia rossiana è conosciuta...farà una rivoluzione in scaletta inserendo pezzi "famosi" oppure insisterà su questa bellissima...fase?

cioè boc è stato pubblicato come sh e mondo che vorrei anche in europa...quini per fare "contenti" gli stranieri... c'infila qualche pezzo...?

cisco said...

direi che hai ragione..
ma che pensi sulle date estere....
avendo pubb licato gli ultimi tre lavori a livello europeo...cambierà in modo radicale la scaletta per far contenti i fans stranieri riproponendo una scaletta classica... oppure andrà avanti sulla stessa lunghezza d'onda...proponendo un repertorio antico e splendido?

cioè non vuoi far sentire ad un italiano di germania...buoni o cattivi etc??

Marco Pagliettini said...

Mah, secondo me la scaletta estera sarà quella di Torino. Soprattutto se davvero vogliono registrare il dvd. Più che altro sono curioso a questo punto di vedere la scaletta di Torino!