Ad Menu

mercoledì 9 dicembre 2009

Considerazioni sull'ufficiale

Come molti di voi avranno notato, da qualche giorno il sito ufficiale di Vasco ha cambiato veste grafica. Il nuovo aspetto mi piace e un restyling era necessario. Peccato che sia sparita la sezione dedicata alla discografia, ma penso che prossimamente verrà rimessa, probabilmente vorranno fare un po' d'ordine anche in questa pagina. Alla luce di alcuni fatti accaduti negli ultimi giorni, mi permetto però di avventurarmi in un paio di considerazioni.

Quando il 3 dicembre ho letto la risposta di Tania Sachs a quanto scritto da tale Alessandro Alfieri sul portale supereva.it mi sono trovato in pieno accordo con l'ufficio stampa di Vasco. Tale scritto era nello stesso tempo un mix di supponenza e vuoto di contenuti che meritava una risposta mirata. Ho capito invece meno la necessità di pubblicare, nei giorni successivi, addirittura altre tre risposte. A mio modo di vedere si è finito così per ingigantire un caso che, se ignorato o considerato nelle giuste proporzioni, sarebbe rimasto sepolto nei meandri della rete. Ieri poi ad intervenire è stato Vasco in persona, nello "Spazio Komandante". Rossi risponde ad un insulto letto in rete, nega per l'ennesima volta le dicerie che lo riguardano sul sud, e poi assicura che in tutto quello che fa ci mette "cuore, anima, onestà e salute". Fin qui niente da dire. Il finale però mi lascia un po' perplesso: "Voi abili a ...chattare, re-censire, confondere e insultare, che cosa ci mettete?". Mi sembra che, inserire nello stesso calderone chi chatta e recensisce, e chi insulta, sia profondamente scorretto. Ritengo che chiunque abbia tutto il diritto di questo mondo di proporre una propria recensione dei lavori di Vasco, positiva o negativa che sia. Penso che lo stesso Vasco, e chi per lui lavora, dovrebbero tenere di gran conto le opinioni che i suoi fan pubblicano in rete, perché arrivano dal suo zoccolo duro, da quella fetta di pubblico che lo segue magari da anni e che quando scrive di Vasco lo fa con cuore e passione. La differenza tra una recensione (anche negativa) ed un insulto è abissale. Confondere le due cose non è in alcun modo accettabile.

L'altra considerazione è relativa alla presenza, in home page, di un banner che rimanda al forum "vascodentro". In quattro anni siamo passati dalle diffide ad una sorta di riconoscimento ufficiale e questo non può farmi che piacere. Detto questo, e premesso che trovo "vascodentro" un ottimo forum, la domanda che mi pongo è questa: perché quel forum e non un altro? Perché solo quel forum? Lo dico, e voglio che sia chiaro senza alcuna vena polemica, perché davvero non capisco i motivi che hanno portato il sito ufficiale a pubblicizzare un sito non ufficiale e non altri, che giudico meritori quanto meno della stessa attenzione. E' una scelta definitiva? Ci sarà spazio anche per altri banner in futuro? Domande al momento senza risposta.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

1 Comment:

fra said...

c'e' da dire che quel "re-censire" scritto cosi', scandito, puo' forse non riferirsi all'atto del fare una recensione di un disco o di un live.

mi pare che scritto cosi' porti con se una connotazione di "giudizio morale", che sappiamo bene a vasco sta un po' stretto...