Ad Menu

sabato 8 agosto 2009

Le campane di Mezzema

Alzi la mano chi conosce Mezzema, ridente frazione di Deiva Marina. Che poi sul termine “frazione” ci sarebbe da discutere, ma non impelaghiamoci in questi discorsi. Vasco con Mezzema nulla ha mai avuto a che fare e quindi questo post nulla ha a che fare con Rossi. Ma essendo Mezzema il luogo d’origine del miglior pizzaiolo del mondo, ovvero il signor Vito della Pizzeria Verdi A Tutto Vasco, noi ne parliamo ugualmente.

E sì, perché il grazioso paesino oggi è addirittura finito sulle pagine del Secolo XIX, per una storia che sembra direttamente uscita da un film di Don Camillo e Peppone. Allora, i fatti sono semplici: c’è una chiesa, quella di San Michele, un campanile, che da chissà quanti anni fa il suo mestiere, e ci sono alcuni turisti infastiditi dal suono delle campane. I quali sono riusciti a zittire, con le loro proteste, il campanile.

Ma non i residenti, che evidentemente al suono delle loro campane sono affezionati, e che per far sentire la loro voce hanno scelto un modo alquanto pittoresco: tutte le mattine, alle 7, scendono in strada “armati” di pentole e coperchi e suonano l’Ave Maria.

Ora, visto che dall’alto mi dicono che noi stiamo dalla parte dei residenti e che su Facebook hanno aperto un gruppo che si chiama “Per quelli che vogliono risentire le campane a Mezzema”, se siete facebookati, iscrivetevi! Oppure partecipate al sit-in che inizierà questa sera alle 20.20 davanti al cimitero e andrà avanti ad oltranza.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

3 Comments:

Anonimo said...

Se io fossi un turista e mi svegliassero alle 7 del mattino dei deficienti con le pentole me ne andrei di corsa da quel paesino dimenticato da Dio e gli farei pubblicità negativa a tutto spiano. Il riposo delle persone è una cosa sacra. Che lo facciano a casa propria il casino. Deficienti!

vito said...

il problema e' che i deficienti come dice il sig.anonimo sono a casa loro visto che li ci vivono da sempre. poi se andiamo a vedere se uno va in villeggiatura in un qualsiasi posto dove passa vicino una ferrovia, non si possono fermare i treni per farlo riposare, il villeggiante si adatta e nn rompe i coglioni agli altri! se invece vuol dormire senza disturbi può andare a stare in cima ad un qualsiasi monte...

Anonimo said...

Caro anonimo, essere un turista non conferisce il diritto a vilentare le tradizioni dei luoghi che si visitano! Prova a fare lo stesso coi megafoni delle moschee, vai vai... pezzo di Idi@@a!!!