Ad Menu

martedì 9 giugno 2009

In libreria: “Vita spericolata” di Marzio Angiolani

Si arricchisce di un nuovo titolo il lungo elenco di libri dedicati a Vasco, o comunque in qualche modo ispirati dall’artista di Zocca. L’ultimo, in ordine di tempo, è “Vita spericolata – I nostri anni Ottanta al Roxy Bar”. Edito da Editrice Zona, costa 9,90 euro. Lo firma Marzio Angiolani, genovese di 35 anni, già autore di “Massimo Bubola. Viaggiando con zingari o re” e “Genova. Canzoni in salita”.

Confesso di non avere ancora letto il libro e quindi non posso raccontarlo, né tanto meno recensirlo. Mi limito pertanto a trascrivere quanto riportato sul sito di Editrice Zona:

3 febbraio 1983. Festival di Sanremo. Vasco canta per la prima volta Vita Spericolata. Quando la canzone sta per finire, si muove. Quattro o cinque passi verso il pubblico che applaude. Poi via, senza voltarsi, lascia la scena ed esce dalle quinte. L’applauso si spegne, lentamente. Ma la base no, e riparte il ritornello: Oppure non ci incontreremo mai ognuno a rincorrere i suoi guai..."

"Vasco è sparito lasciando dietro di sé la sua voce registrata, ha svelato il trucco, la falsità di uno sconcertante playback. In diretta tv, in prima serata, a Sanremo, davanti a venti milioni di spettatori. Questo non è un libro su Vasco Rossi, ma su una sua canzone, Vita spericolata, figlia naturale di quel periodo tra il ’68 e i primi anni Ottanta che ha segnato per sempre questa nostra povera Italia. Una canzone tra la contestazione giovanile e la P2, per chi ama le semplificazioni. Vasco Rossi, casomai, è una guida, un Virgilio inconsapevole e disincantato che ci aiuta a raccontare la nostra piccola storia, che poi è anche un po’ la sua".

"Ci conduce a capire i suoi versi e la loro vicenda e il mistero per cui, a distanza di un quarto di secolo, le quattro strofe di Vita spericolata sono ancora uno degli specchi più limpidi e inquieti della ribellione giovanile e dell’Italia degli anni Ottanta. E ci guida naturalmente con le sue canzoni, lucidi e ironici documenti di quel periodo, che passo dopo passo accompagnano e chiariscono e illuminano questa nostra storia. Una storia di sogni e ribellioni giovanili che si sono schiantate contro la realtà. Una storia di reazioni e reazionari, una storia di appuntamenti mancati, al Roxy Bar, una storia di vite spericolate...”.

Sommario del volume

Prologo
Il palco è vuoto
Perché Sanremo
Sanremo 1983, dunque
Vite maleducate. Dal ’68 agli “anni di piombo”
Intanto Vasco Rossi ha vent’anni e vive a Bologna
In questo dannato 1980
In mezzo a tutto questo Vasco Rossi...
Di fronte a questo scempio...
Dopo il Festival del 1983...
Infine Vita Spericolata

Percorsi bibliografici
Ringraziamenti


Guadagnare Online - Cerchia Ristretta - Discomusic.gigacenter - IMPERICAWEB - Bazarissimo - Le offerte di zio71 aste shop online - Autostima.net - Discomusic - Sprintrade Network


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

0 Comments: