Ad Menu

mercoledì 20 maggio 2009

Da Vasco a Ligabue, il ritorno di Massimo Poggini

Con “Vasco Rossi. Una vita spericolata” ha scritto il libro più bello e interessante dedicato al Blasco. Ora ci riprova con l’altra grande rockstar emiliana, Luciano Ligabue. E’ uscito oggi il nuovo libro di Massimo Poggini, intitolato semplicemente “Liga. La biografia”. Edito da Rizzoli, costa 19 euro, che non sono pochini, ma a sfogliarlo si ha la sensazione di avere tra le mani davvero un bel libro, che può tranquillamente piacere anche a chi non è un fan sfegatato di Ligabue, ma ha solo voglia di conoscere meglio il percorso di un artista che, piaccia o meno, ha comunque lasciato un segno profondo nella storia della musica italiana degli ultimi vent’anni.

Ma se ci occupiamo su questo blog dell’ultima fatica di Poggini è anche perché nel libro si parla in più occasioni di Vasco. Basta consultare l’indice dei nomi per scoprire che Rossi compare in ben tredici pagine del volume. Alcune sono citazioni “en passant”, prive di particolare significato. Ma almeno tre meritano un approfondimento.

La prima. Poggini ripercorre la storia della famosa polemica (e della successiva riappacificazione) esplosa tra Vasco e Ligabue nel 1999, subito dopo la morte di Massimo Riva. E lo fa sostanzialmente nel pieno rispetto di quella che è la versione ufficiale della vicenda. La morte di Massimo, la presentazione della sceneggiatura di Radiofreccia, le dichiarazioni di Ligabue riprese dalla stampa, la rabbia di Vasco, la lettera di “scuse” del Liga pubblicata dal Corriere della Sera, la successiva riappacificazione pubblica nel marzo del 2000 al Premio Italiano della Musica. Versione che accontenta tutti, ma che pure lascia qualche ombra. Alla fine, copione visto e rivisto non solo in ambito musicale, la colpa ovviamente è dei giornalisti, esseri gretti e senza cuore capaci di “speculare sulla morte di un musicista, imbastendo polemiche di bassa lega”. Premesso che ho sempre creduto alla buona fede di Ligabue, e premesso che non ho mai condiviso la scelta di Vasco di rispondere a caldo e così duramente a quelle dichiarazioni, a dieci anni di distanza continuo a pensare che Ligabue fu quanto meno incauto nel dire quello che disse, sbagliando completamente i tempi di un intervento, in quel frangente, del tutto fuori luogo. E continuo a pensare che Ligabue invece che “scusa ma” avrebbe dovuto dire “scusa” e stop.

La seconda. Episodio altrettanto famoso. Il concerto di Campovolo, i problemi di audio, un gruppetto di spettatori che un po’ per protesta, un po’ per sberleffo, canta in coro Albachiara. Poggini fa commentare l’accaduto ad uno degli organizzatori del concerto, Claudio Trotta: “Secondo me quella era una cosa organizzata. Non ho prove, ma sono convinto che qualche fan club di Vasco abbia acquistato un po’ di biglietti con l’idea di venire a dar fastidio. Del resto che la rivalità tra le opposte tifoserie sia forte è cosa risaputa”. Ora, è vero che l’Italia è il paese delle dietrologie, che il mio fallimento è sempre colpa del complotto di qualcun’altro, e che probabilmente l’uomo non è mai stato sulla Luna, ma una ricostruzione così demenziale rasenta quasi l’idiozia. Ma visto che il fantasy gode di ottima salute, il signor Trotta ha un futuro assicurato. Ne siamo lieti per lui.

La terza. Questa per i fan di Vasco è la vera chicca del libro. La registrazione di un colloquio telefonico avvenuto nel 1995 tra Rossi e Ligabue. Non si tratta di un inedito, perché lo scambio di opinioni è già stato pubblicato su “Bar Mario”, la fanzine del Ligabue Fan Club, ma di un reperto poco conosciuto certamente sì. Un po’ come Coppi e Bartali che si incontrano al Musichiere, così le due rockstar italiane che da anni dividono fan e coscienze, dialogano amabilmente del più e del meno, parlando di radio, televisione e musica. Da leggere.




Guadagnare Online - Cerchia Ristretta - Discomusic.gigacenter - IMPERICAWEB - Bazarissimo - Le offerte di zio71 aste shop online - Autostima.net - Discomusic - Sprintrade Network


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

0 Comments: