Ad Menu

domenica 30 novembre 2008

Rewind: La Storia Siamo Noi – Parte terza e quarta

La terza parte si apre con i ricordi di Vasco della breve esperienza del militare. Molto belle le immagini dalla trasmissione “Il Musicomio”, con un baffuto Guido Elmi che presenta Vasco la band tra un camion e un’area di servizio. Mentre Vasco ricorda i primi concerti della sua carriera. Curiose anche le immagini da “Il Barattolo”, con Rossi che canta “Voglio andare al mare” e Mimmo Camporeale senza tastiera che passeggia svagato in mezzo alla band.

Un salto temporale e si arriva all’album Bollicine ed all’arresto del 1984. Da notare il video praticamente sconosciuto di “Vita spericolata”. Poco conosciuto anche il servizio del TG2 con i fans fuori dal carcere pesarese dove è rinchiuso Vasco e l’intervista del 1985 al programma di Enzo Biagi “Linea diretta”.



La quarta parte si apre con Vasco che ricorda la sua dipendenza da cocaina ed anfetamina degli anni ottanta e poi risponde a Mario Luzzato Fegiz che gli chiede come si può spiegare a un giovane che si può evitare di ricorrere ad “additivi o sostanze alteranti”. Detto francamente, il punto più debole e scontato dell’intervista, un commento del quale se ne poteva tranquillamente fare a meno.

Bello e doveroso invece il ricordo di Maurizio Lolli, con le parole di Floriano Fini e dello stesso Vasco. Peccato che in tutto il programma sia invece stato dimenticato Massimo Riva, che almeno un ricordo lo meritava, eccome.

Molto bella anche lo stralcio dell’intervista al programma “Moda” del 1987, nel suo essere quasi imbarazzante rivisto a vent’anni di distanza.




Guadagnare Online - Cerchia Ristretta - Discomusic.gigacenter - IMPERICAWEB - Bazarissimo - Le offerte di zio71 aste shop online - Autostima.net - Discomusic

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

1 Comment:

Andrea said...

Ciao..questo è il mio primo commento, ma vi seguo già da mesi.Ho 40 anni e seguo VASCO dall'82.Molto bello lo speciale e sono d'accordo che una citazione per il caro Massimo andava fatta, aggiungo che oltre a Riva si sarebbe dovuto parlare anche della band...VASCO è un grande, ma se non hai una grande band alle spalle...E' anche vero che gli autori avrebbero dovuto fare una trasmissione della durata di un paio d'ore.