Ad Menu

venerdì 24 ottobre 2014

Come vorrei: parliamone un po’

Come vorrei… che il singolo fosse stato un altro. Intendiamoci. Non mi iscrivo al partito dei critici ad ogni costo. E non penso nemmeno che la canzone sia brutta. Solo che, come singolo di esordio, mi aspettavo qualcosa di più forte. Speravo in qualcosa di più forte. Confidavo in una canzone capace di lasciare il segno. Di far dire alla gente: “E’ tornato”.

Invece ci troviamo di fronte ad una “Stammi vicino” 2.0, per quanto meglio riuscita. Una canzone un po’ anonima, quasi anodina. La musica (firmata da Tullio Ferro, anche se alla Siae esiste una “Al contrario di te” interamente firmata da Rossi) non è malvagia, nel ritornello la melodia è anche bella. L’arrangiamento è dichiaratamente pop. Il testo, ahimè, non è particolarmente ispirato, con Vasco che per la millesima volta ci vuol far sapere che “resta qui”.

Nel complesso la canzone la sufficienza la strappa anche, forse pure qualcosa di più, come pezzo qualunque in un disco qualunque ci poteva stare. Come singolo d’esordio, invece, decisamente meno.

Resta infine da dire del video, interamente in bianco e nero, girato alla diga di Ridracoli. Come atmosfera mi ha ricordato vagamente quello di “Liberi liberi”, impressione personale. La ballerina (in questo caso Valentina Moar, nella foto) è ormai diventata elemento imprescindibile nei video di Rossi e non poteva mancare nemmeno in questo. Un video che rispecchia un po’ la canzone: né bello né brutto, si lascia guardare, ma non si sente il bisogno di rivederlo.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

giovedì 23 ottobre 2014

Come vorrei: le prime anticipazioni e qualche frase del testo

Fra qualche ora potremo ascoltare tutti “Come vorrei”, il singolo che anticipa “Sono innocente”, il nuovo disco di Vasco.

Siamo in grado di anticipare qualcosa: il brano è una ballata firmata da Vasco insieme a Tullio Ferro.

Ecco alcune frasi del testo: “Al contrario di te, io non lo so se è giusto così / Comunque sia, io non mi muovo, io resto qui / Sarebbe molto più semplice, per me, andare via / Ma guardandomi in faccia / Dovrei dirmi una bugia”.

Ed ancora “Come vorrei che fosse possibile / cambiare il mondo che c’è / dimenticarmelo eeee / sarebbe facile”.

Per quanto riguarda il disco, lo ricordiamo in uscita il 4 novembre, sono confermate tre versioni: cd, vinile nero e vinile bianco.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

mercoledì 22 ottobre 2014

Vasco a Genova nel 2015?

Un’ipotesi, lo diciamo subito, difficile da realizzare. Ma c’è chi sta lavorando per portare il prossimo tour di Vasco a Genova. E’ Vincenzo Spera, manager di “Duemila Grandi Eventi”, la società che organizza la maggior parte dei concerti sulla piazza genovese.  

Spera recentemente ha rilasciato un’intervista a Radio Babboleo, nel corso della quale ha parlato anche di Vasco. Parole che non lasciano spazio a grande ottimismo, ma solo ad una piccola speranza. Si sta lavorando, insomma.

Ecco le parole di Spera: “Un nome sui cui stiamo lavorando, ma penso sia difficile da portare a casa, è anche Vasco Rossi. E un’ipotesi, penso che qualcosa in più verrà fuori intorno ai primi di novembre. Io sarò a Bari per la presentazione del suo nuovo disco il 30 di ottobre. E in quell’occasione capiremo che intenzioni ha. Le difficoltà sono tante. Lo stadio di Genova è difficoltoso, sia per i numeri che per l’allestimento del palco. Percentuali che accada? Diciamo nessuna, così se succede è un grande miracolo”.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

domenica 19 ottobre 2014

“Sono innocente”: le anticipazioni su “Quante volte” e “Marta piange ancora”

Il conto alla rovescia è ormai entrato nel vivo. Venerdì prossimo ascolteremo “Come vorrei”, il singolo che anticipa “Sono innocente”, il nuovo disco di Vasco, in uscita il prossimo 4 novembre. Qualche giorno fa avevamo pubblicato la tracklist del disco, che conterrà anche quella che a più riprese Vasco ha definito la quarta canzone della sua vita. Niente uscita postuma dunque, ma solo un cambio di titolo. Non si chiamerà “Se ti potessi dire”, ma “Quante volte”.

Della canzone “magicamente” su internet è comparso anche il testo. Si piangerà tanto mi sa! Eccolo, certo manca la conferma ufficiale, ma all’incirca sarà questo: “Se ti potessi dire / Quante volte ho voluto morire / Quante volte camminando sul filo / Sono stato, sono arrivato vicino / All’inferno della mente / Quell’inferno che esiste veramente / Se ti potessi dire / Quante volte ho pianto per capire / Quante volte sono stato sul punto di lasciarmi andare / All’inferno della mente / Quell’inferno che esiste veramente (che esiste veramente) / Se potessi raccontarti per davvero / Le abitudini di cui non vado fiero / Le malinconie le nostalgie perfino dei rimpianti / Per le cose che se avessi adesso ancora qui davanti / Le rifarei esattamente così / Stessi errori stesse passioni / E le stesse delusioni / Sì sì / Se ti potessi dire / Quante volte ho voluto rischiare / Da una parte l’equilibrio mentale / E dall’altra volare / Nell’inferno della mente / Quell’inferno che esiste veramente (esiste veramente) / Se potessi raccontarti per davvero / Le abitudini di cui non vado fiero / Le malinconie le nostalgie perfino dei rimpianti / Per le cose che se avessi adesso ancora qui davanti / Le rifarei esattamente così / Stessi errori stesse passioni / E le stesse, stesse, stesse delusioni / Vivere per amare / Vivere per sognare / Vivere per rischiare / E vivere per diventare / Vivere per adesso / Vivere lo stesso / Vivere per errore / Vivere con passione / Vivere solamente / Vivere continuamente / Vivere senza ricordo e senza rimpianto / Senza rimpianto / Senza rimpianto / Senza rimpianto / Se ti potessi dire…”.

Sul web è poi comparso un assaggio (durata circa un minuto) di “Marta piange ancora”. In pieno “Rino Gaetano style”, con tanto di coretto finale, questo il testo: “Io non lo so… però… io chiamo la polizia / Il 113… il 112… il 124… il 12 e 40… il 3131 o il 911 / Il 118… quello dei vigili… dei vigili del fuoco / Quelli che spengono… tutti gli incendi… e anche i bollori… e anche i bollori / (coro) Marta piange… Marta piange ancora… Marta piange… Marta piange ancora”.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

mercoledì 15 ottobre 2014

Correte, correte: è arrivato il tartufo alla Pizzeria Verdi A Tutto Vasco!

Io non so voi come la pensiate, ma secondo me ci sono dei piaceri nella vita ai quali è impossibile (ed ingiusto) rinunciare.

Uno di questi è la pizza al tartufo della Pizzeria Verdi A Tutto Vasco. La foto parla da sola, non trovate?

Ora, visto che il tartufo è arrivato in questi giorni fresco fresco, ma cosa aspettate a correre in pizzeria???

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

martedì 14 ottobre 2014

Tracklist ed annuncio del nuovo singolo: che giornata vascorossiana!

Si intitola “Come vorrei” il singolo che anticipa l’uscita di “Sono innocente”, il nuovo disco di Vasco. Il singolo lo potremo ascoltare a partire dal 24 ottobre, l’annuncio è stato dato nel pomeriggio dalla pagina Facebook di Rossi

Sempre nel pomeriggio, sul sito della Universal è apparsa la tracklist di “Sono innocente”. Dopo circa un’ora però la pagina è stata rimossa. Prendendo per buona la tracklist pubblicata e che riportiamo in calce, con tra parentesi gli autori nel caso di pezzi depositati alla Siae con lo stesso titolo, emergono alcune considerazioni immediate. 

Con 15 pezzi si tratta del disco con più tracce dell’intera carriera di Vasco. Ci sono dentro gli ultimi tre singoli: Dannate nuvole, Cambia-menti e L’uomo più semplice (in versione riarrangiata). Non c’è “Se ti potessi dire”, la famosa quarta canzone della sua vita. A meno che non compaia con un titolo diverso, questo al momento è impossibile dirlo. Di “Duro incontro” ne abbiamo già ascoltato qualche frammento in passato grazie ai clippini di Vasco, “Rock star” potrebbe essere la seconda parte dell’interludio dell’ultimo tour, “L’ape regina” dovrebbe essere la poesia scritta dal figlio Luca che Vasco recitò a beneficio del Parco Delta del Po Emilia Romagna. “Marta piange ancora” infine è una canzone che risale alla metà degli anni novanta e che a lungo ha circolato come inedito tra i collezionisti. Vasco ne accennò un frammento durante il tour indoor del 2010, in occasione del concerto di Firenze del 13 ottobre. In coda al post il video di quel breve accenno. 

Ultima annotazione: di alcune canzoni non riportiamo gli autori perché non si trovano negli archivi della Siae con questi titoli. Nulla vieta ovviamente che siano state depositate con titoli diversi. Sono indicati prima gli autori della musica e poi quelli del testo. Rossi è Vasco, Rossi Schmidt è il figlio Luca. Con ogni probabilità per alcune canzoni i crediti che compariranno sul cd saranno diversi da quelli depositati alla Siae. 

1) Sono innocente ma… (Rossi/Casini/Righi – Rossi/Casini/Righi) 
2) Duro incontro (Rossi/Rossi Schmidt – Rossi/Rossi Schmidt) 
3) Come vorrei (??) 
4) Guai (??) 
5) Lo vedi (??) 
6) Aspettami (??) 
7) Dannate nuvole (Rossi – Rossi) 
8) Il blues della chitarra sola (??) 
9) Accidenti come sei bella (Rossi/Casini – Rossi/Casini) 
10) Quante volte (??) 
11) Cambia-menti (Rossi/Sello/Rossi Schmidt/Principini – Rossi)
12) Rock star (??) 
13) L’uomo più semplice (reloaded) (Rossi/Fornili/Curreri – Rossi/Rossi Schmidt) 
14) L’ape regina (Rossi Schmidt – Rossi Schmidt) 
15) Marta piange ancora (Rossi/Rossi Schmidt – Rossi/Rossi Schmidt)  

Marta piange ancora, Firenze 13 ottobre 2010: ecco il video



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

venerdì 10 ottobre 2014

Rinviato il tributo di domani sera con Andrea Braido

Qualche giorno fa avevamo dato notizia del tributo con i Tropico del Blasco ed Andrea Braido in programma domani sera al Crazy Bull di Sampierdarena.

Il maltempo di questi giorni e le pessime previsioni anche per domani hanno però consigliato agli organizzatori di rinviare l’evento: il concerto si farà sabato 25 ottobre, stesso locale, stesse modalità.

Se ne riparla fra due settimane dunque!

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.